Torna l’alta pressione sull’Italia

 per regalarci gli attesi giorni di sole eil tanto atteso aumento delle temperature. Non bisognerà però lasciarsi ingannare dal calendario e  dal desiderio di primavera perchè il cambio di stagione è ancora lontano all’orizzonte.


Entro la fine del mese di marzo, infatti, sono previste ondate di freddo polare.
I modelli meteo mostrano come a partire dal lunedì 25 marzo la barriera di alta pressione in arrivo delle Azzorre cambierà latitudine fino a posizionarsi tra l’Islanda e le isole Britanniche. Questo spostamento andrà a favorire la discesa della corrente polare del nord, un vero e proprio muro d’aria gelida pronto a investire parte dell’Europa partendo dal Polo e arrivando sul belpaese col suo carico di nevicate portate dai venti freddi.

L’ingresso in Italia di questi venti è condizionato dall’ostacolo naturale comportanto dalle Alpi, le correnti fredde sarabbi quindi costrette a scendere passando la barriera alpina. Come conseguenze dell’arrivo del vento polare, già dal 25 marzo  quindi il tempo inizierà a peggiorare a partire dalle regioni di nord-est, con temporali molto forti. 

Viste le basse temperature e i venti molto freddi in arrivo, sono previste precipitazioni nevose a quote sempre più basse fino ad arrivare in pianura. Possibili precipitazioni nevose e pioggia anche sui settori adriatici, in Romagna e nelle Marche.