Il rapporto tra madre e figlio non è qualcosa che scatta automaticamente dopo la nascita, o almeno non in tutti i casi. Lo rende chiarissimo un caso che ha fatto il giro del web, esploso su ‘Reddit’, dove una madre in forma anonima, nome utente ‘ihatemythird’, ha espresso tutto il proprio odio per il suo terzogenito. Il commento è stato infine cancellato dagli amministratori del sito, ma la drammatica storia ha rapidamente fatto il giro.

La donna racconta dell’amore che prova per le sue prime due figlie, di 6 e 8 anni, e al contempo dell’odio per il più piccolo di casa. Ha scoperto d’essere incinta alla sedicesima settimana, quindi impossibilitata ad abortire, così ha sperato in qualche problematica che portasse a un’interruzione naturale.

Gravidanza sana però e bambino altrettanto, identificato dalla madre come ragione per la quale non ha potuto fare carriera. E’ ora intrappolata, dice, in un lavoro mediocre, in un posto mediocre. La donna si rende conto di quanto delicata sia la materia, sottolineando come suo marito vive la stessa situazione emotiva nei confronti di questo bambino visto come un fastidio e nient’altro: “Verso di lui provo solo un forte senso del dovere, ma a volte penso sarebbe meglio morisse nel sonno”.

Tante le critiche, per una madre che non vorrebbe sentirsi così e ha deciso di esporsi per trovare una soluzione a uno stato d’animo che la tormenta. Come lei però, molte altre donne provano quest’ondata d’odio nei confronti dei propri figli. Sapere di non essere soli in tale situazione, è di certo un primo passo concreto per chiedere l’aiuto di un professionista.