Quante persone non si lamentano per le punture di zanzara? Sembra quasi ne siano immuni! Invece magari voi vi ritrovate costantemente con ponfi fastidiosissimi, che spesso sanguinano a furia di grattarli. Terribile, vero? In realtà non è casuale che siate proprio voi i ‘prescelti’ dai noiosi insettini ronzanti ma c’è un motivo ben preciso. Ce lo spiega ‘Sani e Attivi’. Quando una zanzara ci punge è perché il loro sofisticato metodo olfattivo gli consente di sentire tracce di anidride carbonica anche a grandi distanze. Quindi le persone che espirano molta anidride carbonica sono tendenzialmente più soggette alle punture. Anche le donne in gravidanza sono più soggette alle zanzare: uno studio dimostra infatti che le donne incinte espirano molta più anidride carbonica degli altri. Anche l’assenza di batteri sulla pelle rende la carne più ‘succulenta’ per le zanzare: perciò esse sono meno attratte da chi presenta più batteri sulla pelle. Anche il gruppo sanguigno fa la differenza: le persone del gruppo 0 ad esempio sono molto più appetibili di quelle del gruppo A! Lo sapevate?