Per eliminare le tossine che si accumulano nell’organismo è sufficiente un corretto abbinamento degli alimenti che mangiamo. E, magari, perché no, bisognerebbe escludere dalla nostra dieta i condimenti che rallentano il metabolismo.

Ecco dunque alcuni consigli di Riza.it per far sì che le tossine non si accumulino nel nostro corpo.

Non abbinare carboidrati e proteine o le proteine tra di loro

Tale abbinamento, infatti, rallenta l’attività digestiva, con formazione di scorie, fermentazioni e gonfiori, soprattutto a livello addominale.

Evitare il sale

Esso trattiene liquidi e acidi urici, favorisce l’accumulo della cellulite e il suo consumo eccessivo può portare a danni al fegato negli adulti e negli embrioni in via di sviluppo. Un consiglio: sostituiamolo con il gomasio.

Consumare meno condimenti cotti

I grassi di olio e burro cotti fanno sì che le tossine si accumulino nel fegato.

Non mescolare i carboidrati tra di loro

Abbinando tra loro i carboidrati durante lo stesso pasto l’organismo trasforma gli zuccheri in eccesso in adipe

Non consumare il latte e il burro con la carne

Facendo questo, si moltiplica l’introduzione di grassi di lenta digestione e il latte giunto nello stomaco coagula in fiocchi che avvolgono le particelle di grasso isolandole dai succhi gastrici, rallentando notevolmente il processo digestivo, come si legge su Riza.it

Non mangiare frutta e dolci a fine pasto

Provoca infatti affaticamento metabolico.

Non usare zucchero bianco per addolcire

Eliminare lo zucchero raffinato poiché impedisce al metabolismo di trasformare il cibo in energia in modo corretto.