Il medicinale a base di oppioidi ha causato la dipendenza dal farmaco e la morte per quasi 400 mila persone. L’antidolorifico in oggetto è l’ Oxycontin.

antidolorifico causa la morte di quasi 400 mila persone

L’antidolorifico a base di oppioidi che ha causato la morte di quasi 400 mila persone

L’Oxycontin è stato commercializzato in modo eccessivo, non indicando che causava dipendenza ed i rischi di un dosaggio sbagliato, causando la morte di quasi 400 mila persone.

Il medicinale veniva prodotto dalla Purdue Pharma, e per questo motivo ha dovuto dichiarare fallimento.

L’antidolorifico

L’antidolorifico Oxycontin è diventato il simbolo della battaglia che è iniziata in america contro l’epidemia da medicinali oppioidi.

La Purdue Pharma ha presentato un piano da 10 miliardi di dollari per poter far fronte alle quasi duemila cause che sono state intentate contra la casa farmaceutica.

Vari stati degli Stati Uniti hanno intentato causa verso la ditta per aver innescato un epidemia da assuefazione da antidolorifico a base di oppioidi.

Secondo gli avvocati dell’accusa, il medicinale è stato venduto non dichiarando a medici e pazienti gli effetti che poteva avere, e che poteva causare la dipendenza.

Sempre secondo l’accusa il prodotto, che poi è stato sostituito dalla morfina, nel periodo che va dal 1997 al 2017 ha causato la morte di quasi 400 mila persone.

Il denaro che riceveranno, i 24 stati e le oltre 2000 città e contee americane, dopo l’intesa raggiunta e conclusa la scorsa settimana sarà utilizzato per creare una società pubblica.

La società avrà  l’obiettivo di produrre farmaci contro la dipendenza da oppioidi e sarà gestita direttamente da chi ha intentato la causa contro la Purdue Pharma.

LEGGI ANCHE—> LA CASA SHOCK DI UN MEDICO ABORTISTA

Ovviamente, verranno anche risarcito chi ha fatto causa alla casa produttrice dell’antidolorifico.

Il presidente del consiglio di amministrazione della casa farmaceutica ha dichiarato che con questa soluzione si possono evitare anni di contenziosi e cause, ed aiutare le persone che si trovano a combattere la dipendenza dagli oppioidi.

Il loro augurio è che si arriverà il prima possibile ad una soluzione per poter aiutare in poco tempo le persone colpite.