Intolleranza al glutine

I prodotti senza glutine non sono adatti ad un consumo prolungato da chi non soffre di particolari intolleranze. Gli esperti ne sconsigliano l’assunzione pertanto, se non ce n’è motivo.

Questo perché il glutine è una sostanza importante per il nostro corpo, della quale non si dovrebbe fare a meno. Gli effetti di una intolleranza al glutine possono presentarsi in maniera diversa, e questo a prescindere dall’età.

Occhio all’intolleranza al glutine: questi sono i sintomi più frequenti

I più comuni disturbi che possono indicare una possibile influenza negativa in corso a causa di una intolleranza al glutine sono: frequenti mal di testa, spossatezza, disturbi di tipo gastrointestinale, come stitichezza, glatulenza, diarrea, pancia gonfia, poi dolori articolari freqienti, squilibri ormonali, fibriomialgia (cioè dolore cronico e rigidità di articolazioni e muscoli), presenza di macchie ruvide sulla pelle, malattie come lupus, artrite reumatoide, sclerosi, disturbi neurologici come formicolio o vertigini e frequenti comportamenti di depressione, ansia, stress, disturbi dell’attenzione ed irritabilità.