Un tipico fiore estivo, e anche uno dei più belli e vivaci, è sicuramente il girasole.

Il nome botanico del girasole è Helianthus annuus. Il termine viene dal greco e si compone di due termini: sole + fiore. Per la sua famosa peculiarità di seguire sempre il sole durante il suo “tragitto” ha un significato di positività, allegria e ottimismo. Inoltre è un fiore che viene regalato quando si vuole augurare una pronta guarigione a qualcuno a cui si vuole bene.

Ma, anticamente, il girasole aveva un altro significato che prende spunto da una leggenda greca, quella di Clizia.

Clizia era una fanciulla innamorata del dio Apollo. Lo seguiva così in cielo quando, ogni giorno, trasportava sul suo carro il sole dall’alba al tramonto.

Ma l’amore di Clizia non era ricambiato. Ciò non servì a spegnerlo: e per pietà nei confronti dell’innamorata infelice, essa fu trasformata in un fiore che potesse perennemente seguire il viaggio del suo amato. Ecco perché i girasoli sono anche il simbolo di un amore non corrisposto. Allo stesso tempo, possono esprimere il desiderio di passare la vita insieme a qualcuno.