La bambina ha terminato in America un trapianto multiorgano e la mamma adesso chiede di pregare per lei per superare la fase dopo l’operazione.

Giorgia: dopo il trapianto multiorgano la mamma chiede una preghiera per lei

Giorgia: dopo il trapianto multiorgano la mamma chiede una preghiera per lei

La piccola Giorgia Pagano, ha ricevuto questi organi, dopo l’incidente dove ha perso la vita un altro piccolo angelo, e adesso la mamma chiede di pregare per lei, per la fase dopo il trapianto multiorgano.

L’intervento sulla bambina è stato eseguito all’ospedale di Pittsburgh  ed è durato dieci ore e mezza.

L’intervento di Giorgia

La mamma, Elisa Barone, spiega che non è stato possibile chiudere la parete addominale ma l’intestino aderirà alla pelle, ed è già un grande passo in avanti per la piccola, che andava incontro altrimenti a sofferenze atroci.

Giorgia ha la sindrome di Berdon, che non le permette di mangiare liberamente ma di alimentarsi solo in modo artificiale.

L’intervento è stato eseguito negli Stati Uniti, perché la piccola Giorgia, con la mamma ed il fratello vivono da tempo lì.

LEGGI ANCHE —> ADDIO BOLLO AUTO, MA LA NUOVA TASSA SARA’ ANCHE PEGGIO

La malattia di Giorgia, non le permette un alimentazione normale, ma solamente artificiale dall’età di un anno, ed adesso ha 11 anni.

La sindrome di Berdon è stata scoperta negli anni settanta e da all’ora si contano in tutto il mondo solamente 270 casi, 10 dei quali sono ancora in vita e Giorgia è proprio una di loro.

Giorgia nel corso della sua giovane età ha già subito vari interventi per cercare di migliorare la sua salute, ma quello di ieri dovrebbe essere quello definitivo.

La mamma ha scritto sul suo profilo Facebook che era stata contattata dall’ospedale per sapere come stava Giorgia, se aveva la febbre o meno, perché c’erano degli organi compatibili per la piccola, ma doveva attendere un ulteriore telefonata.

LEGGI ANCHE —> ORMAI ESAUSTA DI ESSERE GIUDICATA ED INSULTATA DECIDE DI DIRE A TUTTI PERCHE’ LAVA SUO FIGLIO CON LA CANDEGGINA

Giorgia, la mamma ed la sua amica del cuore hanno atteso la seconda telefonata facendo una passeggiata in un centro commerciale, per cercare di distrarsi.

L’esito del trapianto al quale hanno sottoposto la piccola Giorgia non è scontato e per la famiglia è l’ultima spiaggia, per questo motivo la mamma ha chiesto di pregare per loro e per la buona riuscita dell’intervento.

Ci stringiamo tutti intorno alla loro famiglia, in attesa di notizie positive dall’ospedale dove è ricoverata la piccola Giorgia.