La ginnastica posturale è diventata negli ultimi anni, tra le attività maggiormente richieste all’interno dei fitness club. Questo perché l’incremento di problematiche posturali negli ultimi tempi è aumentato a dismisura.

Cos’è la postura?

Prima di parlare di ginnastica posturale, bisogna capire cosa si intende esattamente con il termine “postura”. Gli esperti in materia, non sono in grado di dare una definizione ben precisa di questa parola. Nel complesso però, con il termine postura solitamente viene identificato un tono muscolare ed un atteggiamento scheletrico aventi il compito di mantenere l’organismo umano in uno stato di equilibrio in condizioni sia statiche che dinamiche, rispettandone le curve fisiologiche, l’allineamento di tutti i sottosistemi, ricercando il corretto equilibrio che permetta la stabilità dell’intero sistema.

I paramorfismi e i paradismorfismi

Ogni movimento realizzato nelle sue molteplici manifestazioni necessita di una postura che possa adattarsi alla diverse situazioni e che comporti il minor dispendio energetico. Queste condizioni, se non rispettate, inducono l’organismo a squilibri motori e all’insorgenza dei cosiddetti paramorfismi, ovvero delle situazioni di alterazione morfologica che si discostano di poco dalle forme fisiologiche delle strutture dell’organismo umano. Di solito compaiono durante l’infanzia e nell’età puberale e vengono causati dall’assunzione di posture non corrette, prolungate nel tempo e da altri fattori (esterni e non) che spesso possono evolversi se non trattati col giusto tempismo in alterazioni strutturate (paradismorfismi), dove spesso si incontrano modificazioni delle strutture ossee. Essi condizionano in modo negativo l’organismo a mettere in atto strategie alternative volte alla ricerca dell’equilibrio, non trovano però una risposta motoria adeguata. Questo determina un disallineamento dei sottosistemi che compongono l’apparato locomotore provocandone un effetto negativo sia durante l’esecuzione di semplici gesti quotidiani, sia durante l’esecuzione di veri e propri gesti motori sportivi, compromettendone così la performance atletica, aumentando il costo energetico ed elevando il rischio di infortuni.

I benefici

Il cardine principale su cui si basa la ginnastica posturale è rappresentato dal più naturale degli atti eseguiti dagli esseri viventi: la respirazione. Attraverso la respirazione si ricercherà la calma ed un rilassamento interiore. Inoltre avrà il compito di dettare tempo e ritmo di svolgimento dei vari movimenti presenti all’interno della lezione di Ginnastica posturale. Con una costante e regolare ginnastica posturale si ottiene un netto miglioramento della mobilità delle articolazioni e una più ampia elasticità del tessuto muscolare  Ma non solo, la ginnastica posturale apporta moltissimi benefici.

  • Migliora la respirazione
  • Elimina il mal di schiena
  • Allevia il mal di testa
  • Migliora il ritmo sonno-veglia
  • Rinforza il sistema immunitario
  • Riduce il rischio di infortuni e previene dolori articolari
  • Accresce l’autostima e migliora la fiducia in se stessi
  • Migliora la circolazione e la digestione
  • Estende i movimenti e aiuta i muscoli e le articolazioni , perché aiuta a mantenere le ossa e le articolazioni in un corretto allineamento in modo che i nostri muscoli siano usati correttamente!
  • “ Apre” il cuore e la mente , la postura influisce anche sulla mente, così come la mente può influenzare la postura.

Ci avete mai fatto caso che quando ci si sente bene e felici la postura tende ad essere dritta e aperta? Al contrario, le persone che sono depresse e hanno un dolore cronico e spesso stanno seduti male!!