Un triste evento sconvolge la vita della famiglia Gerald, ma c’è sempre tempo per rialzarsi e avere speranza nel futuro. Il 17 luglio 2016 Dechia Gerald ha ricevuto una chiamata orribile, quella che nessuna donna sposata con un agente di polizia vorrebbe mai sentire: il marito, Matthew, è stato ucciso mentre si trovava in servizio. L’uomo, che era morto da eroe durante uno scontro, lasciava la donna e due figlie piccole. Il giorno del funerale, la figlia maggiore di Dechia si era avvicinata a lei e le aveva detto: “Sono sicura che tu sia incinta”. La donna aveva pensato ad uno scherzo, ma anche la piccola sosteneva che la mamma fosse in dolce attesa. Dechia ha così deciso di fare un test di gravidanza. E, con sua grande sorpresa, era incinta; il concepimento risaliva a cinque giorni prima della morte del marito. Dopo 9 mesi nasce Falyn Matthew Gerald. Tutti hanno visto la nascita di questo bambino come un modo di tenere in vita un altro pezzo dell’agente. Dal giorno della scomparsa dell’uomo, Dechia indossa una collana alla quale è attaccata la fede del marito. E, con grande sorpresa di tutti, quando il piccolo Falyn è stato messo sul petto della madre, come prima cosa ha tenuto stretto l’anello. “Sentiamo che il papà è con noi”, ha dichiarato la suocera di Dechia. “Non so bene come spiegarlo, ma è una sensazione amara e dolce allo stesso tempo. È come sentirlo di nuovo intorno a noi”. Queste le parole di Dechia: “Mio marito è al mio fianco. Non sono assalita dall’ansia, so esattamente dove lui si trovi in ogni momento: vicino a noi!”.