Potassio e sali minerali a dismisura, ma in realtà la banana è un frutto che ha poco di salutare. Nonostante venga utilizzato dagli sportivi, in tutta la filiera agro-alimentare rappresenta il frutto più inquinante di tutti. La banana classica è della varietà Cavendish, ma in realtà ce ne sono di tantissimi tipi. Per motivi di produzione e convenienza, le Cavendish sono le più utilizzate ma spesso i terreni destinati alla coltivazione vengono espropriati alla natura attraverso deforestazioni che sono all’ordine del giorno. Non contenti i frutti vengono irrorati di pesticidi, fertilizzanti e fungicidi per garantire quell’aspetto così invitante. La coltivazione viene effettuata da persone sfruttate al limite della schiavitù. Da quei territori inizia poi il viaggio che porterà le banane in giro per il mondo. Di solito il trasporto avviene su gigantesche navi frigo e le banane in quel momento sono acerbe poi arrivano mature e pronte per essere mangiate. Lungo il viaggio infatti i frutti vengono forzati a maturare attraverso l’etilene, un gas che viene prodotto dagli stessi frutti. La maturazione avviene in modo artificiale attraverso lo spargimento di questa sostanza. Credete ancora che sia un frutto davvero salutare?