Nonostante la frittura sia uno dei modi preferiti per cucinare qualcosa, grazie al gusto che dona ad ogni piatto, l’odore che rimane e permea poi la casa non è proprio desiderabile.

L’olio bollente, a contatto con i cibi, sprigiona infatti una aroma molto acre e forte anche gradevole da annusare mentre si cucina.

Ecco alcuni rimedi da utilizzare mentre si frigge:

Acqua e aceto sono un vero toccasana per impedire che l’odore di fritto interessi tutta la casa . Mentre stai friggendo, metti sul fornello accanto a quello sul quale si trova la pentola per la frittura un altro pentolino colmo di acqua e aceto. Portalo ad ebollizione. L’aceto sarà in grado di sconfiggere l’odore della frittura.

Ci sono persone però che tollerano l’odore dell’aceto ancora meno di quanto non sopportino quello di fritto. Una valida alternativa, è l’uso dei chiodi di garofano. La strategia è la stessa: metti a bollire un po’ di acqua poi spargi al suo interno un pugno di chiodi di garofano.

Rimedi naturali dopo aver fritto:

Ancora una volta, riempi un pentolino di acqua e porta ad ebollizione. Al suo interno metti delle foglie di alloro e lascia bollire fino a che non senti che l’ambiente è stato purificato. In alternativa, metti in giro per la cucina delle ciotoline ricolme di aceto, bicarbonato e caffè. In poche ore, l’odore di frittura sarà solo un ricordo.

Una strategia piacevole è quella di preparare dei biscotti da mettere in forno subito dopo aver fritto. La fragranza dei dolcetti sarà in grado di smorzare l’odore acre della frittura.