Il gioielliere inglese, Steve Bennett, ha realizzato il primo anello nuziale che ha l’aspetto di qualsiasi altro anello di diamanti, ma nel suo interno è installato un chip bluetooth.

In questo modo i due coniugi sapranno sempre dove si trova l’altro: perfetti per le mogli o i mariti troppo gelosi.

L’anello, disponibile in 2 versioni (oro bianco o giallo), è dotato di un gps interno molto sofisticato. Bennet ha inoltre dichiarato: “L’idea mi è venuta mentre pensavo ai modi per garantire la conservazione dei gioielli. Le nostre collezioni comprendono alcuni pezzi di grande valore e alcune assicurazioni aggiuntive.”

Quello che mi ha più colpito è vedere tante persone disperarsi per aver smarrito il proprio gioiello. In molti casi il valore sentimentale dei pezzi preziosi supera ogni valore monetario e si può evitare in questo modo. Una cosa tira l’altra ed è nata l’idea di un anello con GPS”.

Ovviamente l’invenzione di tale dispositivo potrebbe ledere i principi fondamentali della privacy, ma il gioielliere sembra avere chiare le idee: “Non siamo ingannevoli riguardo a questo. Sappiamo che l’anello della fedeltà non sarà per tutti, ma siamo ancora molto entusiasti della nostra invenzione“.

Bennet sta inoltre pensando all’idea di estendere il microchip dotato di gps anche per gioielli che dovrebbero indossare i bambini: “Stiamo cercando di impedire che oggetti preziosi vengano persi o danneggiati e quali potrebbero essere i migliori se non quelli dei propri figli?“.