piedi coperti calzini letto

Coprite i piedi quando andate a letto in inverno, dormirete meglio

C’è chi i calzini riesce a tenerli anche a letto di notte e chi proprio no. La scienza però non ha dubbi in proposito: bisognerebbe andare a dormire coi piedi coperti da questi indumenti, e per una serie di motivi. Anzitutto i calzini tengono gli arti inferiori ben riparati dal freddo.

Capita spesso, soprattutto in inverno come è facile immaginare, che per via delle estremità troppo esposte alla fine si produca un sonno non ristoratore come dovrebbe. In Svizzera, e per la precisione a Basilea, esiste il Laboratorio del Sonno.

Ed i suoi ricercatori hanno dimostrato proprio questo: ovvero che c’è una stretta correlazione tra arti freddi e riposo notturno. I risultati sono stati divulgati sulla nota rivista specializzata di settore, ‘Nature’. La temperatura dei piedi, come anche quella delle mani, più è bassa e più influisce negativamente sul nostro sonno.

Dormire meglio? Basta coprire per bene i piedi

Viceversa, più è calda o comunque vicino alla temperatura ideale e meglio concilierà il dolce dormire. Tutto si spiega con il processo della vasodilatazione. Il calore allarga i nostri vasi sanguigni favorendo la diffusione di calore in tutto il corpo, favorendo la produzione di melatonina, al contempo.

Si tratta dell’ormone deputato al controllo del sonno. Quando fa freddo invece gli stessi si restringono. Un procedimento che invece è reso più difficile quando fa freddo. Se proprio non ci volete stare con i calzini a letto, il nostro consiglio è quello di usare una coperta in più in fondo al letto, o riscaldare quella parte con una borsa dell’acqua calda.