Una brutta abitudine, quasi una droga, che rappresenta un danno per la nostra salute. Sono in tanti ad utilizzare il cellulare a letto o a poggiarlo sul comodino, una pratica da evitare assolutamente per migliorare la propria vita. Se ci facciamo caso siamo diventati talmente dipendenti da questi dispositivi che facciamo fatica a spegnerli e a volte pur di averlo a portata di mano lo poggiamo sotto il cuscino anche quando dormiamo. Niente di più sbagliato visto che il cellulare emette onde ad alta frequenza. Inoltre avere lo smartphone sempre a portata di mano, aumenta i livelli di stress e può causare stati di ansia legati ad una condizione di attesa costante per ciò che potrebbe accadere: una mail, una notifica o altro, che ci costringe ad uno stato di attenzione costante. Un cambiamento di comportamento e di abitudine tale da determinare una diminuzione della produttività, difficoltà di concentrazione, insonnia, irritabilità, mal di testa ed incubi notturni. Evitate quindi di dormire con il cellulare troppo vicino e magari spegnetelo prima di coricarvi. Utile inoltre l’utilizzo degli auricolari, in modo da lasciare il cellulare distante dalla testa quando rispondiamo alle chiamate, e in ogni caso preferire quando possibile telefonate brevi. Per le lunghe conversazioni è sicuramente più indicato e piacevole un incontro vis a vis.