Non bisogna pensare necessariamente che il divorzio sia il fallimento di un matrimonio.

Come dicono gli esperti, se dopo aver tentato l’impossibile, terapia di coppia e quant’altro, una coppia decide di divorziare non si tratta di un fallimento della loro storia d’amore. Ma capire che cosa porta al divorzio è la chiave per comprendere perché non merita di essere visto così negativamente.

Il matrimonio è un qualcosa che ti porta a crescere e ad affrontare situazioni mai vissute prima. Ti mette di fronte all’impossibilità di pensare solamente a te stesso e così, quando uno dei due partner realizza che il matrimonio non è servito ad aiutarlo nella vita, la scelta del divorzio è probabilmente la migliore delle scelte.

I cambiamenti possono rafforzare una coppia, oppure possono indebolirla, è tutta questione di affinità.

Fallimento non è il divorzio, ma rimanere in un matrimonio che ti assorbe la vita, l’energia. Il vero fallimento arriva quando una coppia evita di affrontare il divorzio perché ha paura delle sue conseguenze, rimanendo attaccato ad un qualcosa che oramai non c’è più, al ricordo di un amore passato per sempre.