disordine
Disordine, che nemico – FOTO: curiosauro

Il disordine è un fattore di forte negatività: porta infatti parecchie sensazioni negative e per questo motivo dovremmo cercare di debellarlo così.

Il disordine è uno stato delle cose che certamente non piace. A volte è difficile scamparlo, per certe persone non c’è proprio niente da fare: tante cose in casa loro finiranno sempre con l’essere fuori posto. Ma alcuni psicologi ritengono che questa situazione possa avere anche dei risvolti a livello psichico.

E negativi. Infatti il disordine sarebbe foriero di stress e di ansia. E tali stati psicofisici saranno anche più accentuati se già dovessimo trovarci particolarmente sotto pressione. Diverse sono le stagioni volte a spiegare questo collegamento.

Anzitutto perché porta una sensazione di scombussolamento, di impotenza. Facciamo il possibile per portare pulizia e sistematezza, e quando le cose finiscono in massa dove non devono stare questo ci crea dispiacere e sopraffazione, impedendoci di essere in quale modo contenti.

Disordine, un nemico della nostra serenità

È poi una situazione che può creare disagio se abbiamo gente a casa, oltre che un ostacolo alla creatività ed alla produttività. All’atto pratico poi ci risulta assai difficile trovare qualcosa che abbiamo perso, come è facile immaginare. Per contrastare il disordine si consiglia di mettersi d’accordo con gli eventuali coinquilini su come e dove posare le cose.

Evitare poi l’accumulo di oggetti che non utilizziamo più. Un’altra cosa utile è quella di rimettere a posto quel che abbiamo precedentemente utilizzato. E questo è un mantra che più facilmente del solito non viene rispettato.

Magari per quegli oggetti più di uso frequente possiamo pensare di creare un apposito cassetto o comunque uno spazio ad hoc, in modo tale da sapere sempre dove trovare quel che ci serve. Evitiamo gli accumuli e le pile, e quando proprio c’è da mettere in ordine, facciamolo con qualche sottofondo piacevole, come un video o della musica.