Quando si parla di voler perdere peso, la mente viaggia subito verso i sacrifici che reputiamo necessari per raggiungere la forma perfetta, attività fisica su tutti. Pare invece che ci sbagliamo di grosso, almeno secondo il dietista e cofondatore di Dietitans for Professional Integrity, Andy Bellatti. Intervistato da businessinsider.com, Bellatti ha spiegato che l’ossessione per l’allenamento e la ferma convinzione delle persone che la chiave di tutto sia lo sport abbiano spostato l’attenzione dalla vera chiave per perdere peso, ovvero l’alimentazione. Secondo Bellatti, invece di scoraggiarsi vedendo che le prime setimane di allenamento non danno i risultati sperati, sarebbe meglio concentrarsi sulla graduale trasformazione della propria dieta, magari aumentando gradualmente il consumo di verdura e al contempo ridurre quello di carboidrati raffinati. A supporto della sua tesi c’è uno studio effettuato su più di 3000 persone obese, alle quali dopo aver perso peso grazie ad un regime alimentare ipocalorico è stato chiesto di provare a mantenere il peso-forma in due modi diversi: un gruppo seguendo un nuovo piano di alimentazione e un altro facendo regolarmente attività fisica. Il risultato è stato chiaro: “Non sono stati notati miglioramenti significativi legati all’esercizio”. Nessun buon motivo per fare attività fisica dunque? Assolutamente no: un altro studio ha dimostrato che per esempio l’esercizio è strettamente collegato alla salute generale del corpo, all’aumento del buon umore e al benessere del cervello: “Sebbene l’esercizio fisico potrebbe non essere la chiave per la perdita di peso, è importante per la salute generale, soprattutto per la salute mentale”.