Sempre più spesso sentiamo parlare di digiuno intermittente ma difficilmente abbiamo capito di cosa si tratta. Cerchiamo allora di fare un po’ di chiarezza.

jennifer aniston instagram

Jennifer Aniston Screenshot foto da Friends

Esistono diversi tipi di digiuni intermittenti ma quello che hanno in comune è che si mangia in un certo arco di tempo mentre si digiuna per lo stesso numero di ore o anche di più. L’attrice Jennifer Aniston ha dichiarato di praticare il digiuno 16:8: lei, saltando la colazione al mattino, riesce a prolungare le ore in cui non mangia dalla cena fino al pranzo del giorno dopo, 16 ore di digiuno e 8 in cui invece può consumare cibo solido.

Che cos’è il digiuno intermittente: i vari tipi

Un esempio di digiuno intermittente moderato è quello 12:12. Quindi, se scegliete di fare colazione alle 8 del mattino l’ultima volta in cui mangerete nell’arco della giornata saranno le 20. Questo digiuno potrebbe essere un’idea interessante perché scoraggia a fare gli spuntini notturni, che da tutti i dietologi sono sconsigliati poiché mangiare poco prima di andare a dormire non aiuta la digestione e inoltre consumare il cibo nelle ultime ore del giorno, in un momento in cui poi dopo non lo spenderemo facendo attività fisica, certamente non aiuta il dimagrimento.

Il digiuno 18:6 o Leangains è praticabile o saltando la colazione oppure cenando molto presto, ad esempio alle 16. Solo nel primo caso però potrete conseguire una vita sociale normale potendo permettervi di andare a cena fuori. In ogni caso, visto che si tratterebbe di saltare un pasto o di fare più pasti ravvicinati, è decisamente meglio chiedere al proprio dietologo se è il caso di fare questo tipo di dieta, soprattutto in base al tipo di lavoro che fate e ad eventuali patologie. (Fonte Vanity Fair)

Gli altri tipi di digiuno si fanno aumentando sempre più la distanza tra un pasto e l’altro e per ora non ci sono abbastanza sugli eventuali danni del digiuno prolungato.

Potrebbe interessarti anche: Nutella biscuits: perché sono quasi impossibili da trovare?

Teresa F.