Iniziare una dieta Low Carb può avere il doppio beneficio di perdere peso e aiutare a modificare nel tempo le nostre abitudini alimentari.

Come sappiamo i carboidrati influiscono molto sulla percentuale di grasso corporeo e se ne assumiamo più del necessario, il nostro organismo lo trasforma in riserva di grasso adiposo. Il principio fondamentale di una dieta Low Carb, infatti, è quello di evitare completamente prodotti a base di farina bianca e zucchero.

Ecco le 8 regole base da seguire per la dieta Low Carb:

1. BERE A SUFFICIENZA
Assumere sufficiente acqua è importante per garantire tutti i processi metabolici nel corpo e per evitare gli attacchi di fame. Non di rado il cervello invia il segnale “fame” quando in realtà percepisce quello di “sete”.

2. PROTEINE A SUFFICIENZA
Le proteine saziano a lungo e sono importanti soprattutto per aumentare e mantenere la massa muscolare. Soprattutto chi segue un’alimentazione ipocalorica, dovrà rifornire i muscoli delle proteine necessarie per proteggerli da eventuali perdite di massa. La regola generale stabilisce 0,9 – 2 g di proteine per kg di peso corporeo – a seconda dell’attività sportiva svolta quotidianamente e della massa muscolare che si desidera mantenere. Per tutti quelli che non riescono a coprire il fabbisogno giornaliero di proteine con l’alimentazione, gli shake proteici sono un valido aiuto all’interno dell’alimentazione Low Carb.

3. GRASSI SANI
I grassi sani saziano a lungo e aiutano a evitare gli attacchi di fame. In particolare, l’olio di cocco convince grazie agli acidi grassi a media catena (MTC), che forniscono al corpo energia rapidamente utilizzabile e disponibile a lungo.

4. EVITARE DI MANGIARE FUORI PASTO
Ogni fuori pasto, anche un tè con il miele, un caffè latte, un succo di frutta diluito con acqua e la salutare acqua di cocco, fa salire il tasso glicemico, ostacola l’eliminazione dei grassi e favorisce gli attacchi di fame. Per questo è utile far trascorrere 3-5 ore tra i pasti per poter avere una digestione ottimale.

5. TROVARE UN RITMO
Quando comincia la giornata? Quando si fa pausa, quando si fa sport? Il ritmo dei pasti dovrà adattarsi ai vari momenti della giornata. Per avere successo e mangiare regolarmente, è necessario tenere conto di questi fattori nell’elaborazione di un programma dieta Low Carb. Il numero di pasti previsti dal programma, se 3 o 5, dipende da questi fattori e dalle preferenze personali.

6. PIANIFICARE I PASTI
Sei fuori casa. Ti viene fame. Non hai niente da mangiare. Prendi un panino al volo. E rimandi il Low carb a domani. Puoi evitarlo: Prepara qualcosa a casa o porta con te della verdura cruda in borsa. Spesso è possibile trovare pietanze o snack Low Carb anche fuori casa.

7. DISCIPLINA SERALE
Durante la notte il metabolismo dei lipidi e i processi rigenerativi del corpo sono particolarmente attivi. Aiuta il tuo corpo a svolgere questi processi e rinuncia ad assumere carboidrati la sera. Così l’organismo potrà concentrarsi totalmente sui processi di riparazione dei muscoli e attingere ai depositi di grasso per reperire l’energia necessaria.

8. PIANIFICARE DEGLI STRAPPI ALLA REGOLA
Vuoi concederti un panino o qualcosa di dolce? Soprattutto se stai seguendo una dieta di lunga durata, alle volte è necessario lasciarsi andare alla tentazione. Ma senza esagerare: alimenti di qualità con carboidrati a catena lunga sono un’alternativa molto valida alla farina bianca e allo zucchero. Se hai voglia di dolce puoi ricorrere al cioccolato crudo. La maggior parte dei tipi di cioccolato crudo sono dolcificati con un po’ di zucchero di fiori di cocco e si trovano in tutti i negozi bio.