Per chi ama la fotografia le vecchie macchine fotografiche rappresentano sempre una possibile fonte di tesori di cui vale la pena andare a caccia. Una fotografa americana di nome Kati Dimoff ha da poco scoperto un tesoro, recatasi al mercato dell’usato della sua città (Portland) per cercarne una. La donna si è imbattuta in una Argus C2 d’epoca che nascondeva un rullino mai sviluppato, scovando i negativi di una catastrofica eruzione vulcanica avvenuta nel 1980. Successivamente lo ha fatto sviluppare suscitando l’interesse di un giornale locale che ha voluto pubblicare la sua “scoperta”. La macchina fotografica era stata utilizzata per immortalare la nube proveniente dallo Stato di Washington e causata dall’eruzione del vulcano del monte Sant’Elena. Nel maggio del 1980 si verificò un violento terremoto con conseguente eruzione che provocò la morte di 57 persone e danni per oltre 1 miliardo di dollari. Addirittura, all’interno del rullino, oltre alle foto del vulcano in eruzione, era presente una foto di una famiglia che poi si è scoperto essere di coloro i quali erano i possessori della macchina fotografica. Insomma, ancora una volta la fotografa ha centrato il segno con una scoperta davvero affascinante.