primo soccorso

È sempre meglio apprendere cosa fare in certi momenti di emergenza, per non farsi trovare impreparati e poter aiutare i propri conoscenti ma anche degli sconosciuti. Ecco quindi dei suggerimenti sulle manovre di primo soccorso da mettere in pratica quando serve.

1) Cominciamo dal consiglio più semplice: non facciamo alzare qualcuno che ha perso i sensi, questo peggiorerebbe le sue condizioni.

Invece l’individuo va tenuto steso, e solo le sue gambe dovranno essere sollevate, sbottonandogli i vestiti per favorire la respirazione ed annullare la compressione degli abiti sul corpo. Una volta ripresosi, va evitato di somministrare al soggetto bevande stimolanti come caffè, thè, bibite gassate ed energizzanti.

2) Da evitare anche il rovesciare la testa indietro in caso di fuoriuscita di sangue dal naso, perché si rischia il soffocamento. La testa va tenuta dritta e la respirazione deve avvenire attraverso la bocca. Dopo massimo mezzora, se la situazione non accenna a migliorare, meglio rivolgersi ad un medico.

3) In caso di attacchi epilettici c’è chi consiglia di inserire matite od altri oggetti nella bocca della vittima. Sbagliatissimo, in quanto aumenta esponenzialmente il rischio di far soffocare quella persona, che va invece messa in sicurezza dal rischio di sbattere violentemente contro gli oggetti circostanti. Facciamola stendere di fianco per migliorarne la respirazione.

4) Sulle ustioni invece non vanno applicati olio vegetale, yogurt o panna acida, ma basta mettere la parte interessata sotto all’acqua fredda per una ventina di minuti. Attenzione a non bucare le vesciche. Può portare sollievo invece spalmare un pò di dentifricio.

5) Se avete qualcosa negli occhi non usate le mani ma stimolate la lacrimazione. È il modo migliore per espellere corpi estranei dai nostri organi della vista. Aiuta anche lavare il viso sotto acqua corrente.

6) Se avete un livido od un ematoma, è bene avvalersi dell’applicazione di ghiaccio, ma avvolgendolo in un panno e non ponendolo direttamente sulla pelle. E non esagerate se la persona che si è fatta male è un bambino.

7) Se siete incappati in uno strappo muscolare dovete applicare qualcosa di freddo sulla parte interessata. Assolutamente da evitare oggetti caldi, che sollecitano la circolazione sanguigna e provocano ulteriore gonfiore. Anche nei giorni successivi poggiate su qualcosa di freddo, che aiuta ad arginare l’infiammazione ed il dolore.

8) Se siete incappati in una ferita non applicate direttamente su una pomata, ma lavate la ferita stessa con acqua fredda e ricopritela con una garza pulita ed asciutta.

9) Nei casi di avvelenamento non bisogna indurre il vomito. Chiamate direttamente una ambulanza in quel caso

10) Dopo un arresto cardiaco non va fatta la respirazione bocca a bocca, servirà solo il massaggio cardiaco, mettendo il palmo di una mano in mezzo al petto e l’altra sopra, premendo ripetutamente.

11) Se siete incappati nella lussazione di un arto non improvvisate, meglio andare al pronto soccorso.

12) In caso di residui in una ferita – in questo caso parliamo di oggetti di grosse dimensioni – avvaletevi degli esperti sanitari, senza toccare nulla.

13) Per arginare il sanguinamento sistemate un panno od una garza puliti e premete, anche se il tessuto usato sarà del tutto pregno di sangue. Nei casi più gravi chiamate subito una ambulanza.

14) Può capitare di essere morsi da un serpente velenoso, in quel caso servirà un antidoto adeguato. Anche in questo caso chiedete aiuto in ospedale.

15) In caso di incidente d’auto non dovreste spostare i superstiti, per non causare ulteriori traumi quali fratture del collo o cervicali. Ci penserà il personale del 118. Se la persona è cosciente fornitele semmai supporto psicologico.