colpo di calore sintomi
Sintomi e rimedi del famigerato colpo di calore – FOTO: curiosauro.it

Cosa fare in caso di un colpo di calore e come si riconosce: il racconto di una mamma che ha rischiato di perdere la sua figlioletta.

In estate aumentano esponenzialmente i rischi di incappare in un colpo di calore. Complice le alte temperature, senza le dovute precauzioni questa spiacevole eventualità può davvero manifestarsi nel concreto. In tal senso arriva la storia di una donna, tale Jennifer Abma, e di sua figlia Anastasia, una bambina di nemmeno 10 anni.

Jennifer ha voluto condividere quanto di brutto e spaventoso vissuto con la sua piccola. Proprio un colpo di calore aveva colpito la bambina, e la madre non riusciva a risvegliare sua figlia in alcun modo. “Anastasia stava dormendo tranquillamente.

Eppure la temperatura all’interno della sua cameretta era diventata molto alta. Me ne sono accorta quando non l’avevo vista arrivare dopo qualche ora. Il che era molto strano. Allora mi sono recata da lei per svegliarla”, ha raccontato Jennifer.

Colpo di calore, la brutta storia di Anastasia

“L’ho trovata matida di sudore e col viso tutto arrossato e bollente. Per 20 minuti ho provato a svegliarla, ma senza riuscirci. Quindi ho subito allertato una ambulanza ed i sanitari le hanno misurato i zuccheri. Erano a 1.2 quando avrebbero dovuto essere a 4”.

Questo ha fatto si che la piccola Anastasia si riprendesse. “Ha pianto per lo spavento. In quanto a me – conclude la donna – mi sono sentita in colpa. Anche una stanza da letto può diventare una trappola fatale quanto un abitacolo di un’auto lasciata chiusa al sole”.

Quali sono i sintomi e cosa fare subito

E quindi è bene ricordare quali sono i sintomi più comuni del colpo di calore.

  • Mal di testa
  • Nausea e vomito
  • Disturbi visivi
  • Vertigini, irritazione e confusione
  • Impulso veloce
  • Pelle arrossata e secca

Nel caso in cui riscontriate tale situazione, recatevi subito in un luogo fresco e raffreddate il corpo usando un panno od un asciugamano bagnato. Ricorrete subito alle cure di sanitari professionisti. Andate in ospedale per sottoporre la persona colpita a somministrazione di zuccheri e sali con flebo.