cigni morti
Numerosi cigni sono morti per via…del pane. “Colpa dei turisti, non sanno che per loro è letale”

Diversi cigni morti sono stati trovati nella stessa località. Nessun dubbio sulle cause della morte: “Il pane dato loro dai turisti li ha uccisi così”.

Si sta assistendo ad una moria di cigni: in molti sono morti infatti nella località di Erstain, in Francia. Si tratta di una località situata nel Basso Reno, in cui questi maestosi volati proliferano. Ora però la loro incolumità è messa seriamente a rischio. E questo a causa dei turisti.

Da non credere la causa che ha portato alla morte di ben 30 esemplari. Secondo gli esperti infatti sarebbe tutta colpa del pane bianco che i visitatori della ridente località transalpina lanciano ai cigni. Il tutto nonostante la cosa sia espressamente vietata da appositi cartelloni.

Lì è scritto a caratteri cubitali che tale pratica è assolutamente non consentita, ma non viene specificato il perché. Pare che il pane, oltre a renderli dipendenti dall’uomo, possa portare al sorgere di problemi alla regolare crescita del loro piumaggio. Gli eccessivi carboidrati poi portano questi uccelli acquatici ad ingrassare più del dovuto e, di conseguenza, ad accrescere anche il volume del loro stomaco. Inoltre si ha un ritardo nello sviluppo della cartilagine delle loro ali.

Cigni morti, colpa del pane: “Per loro è letale”

L’Ufficio nazionale di caccia e fauna selvatica francese (ONCFS) rende noto che gli esemplari morti sono stati uccisi da un batterio sviluppatosi al loro interno. “Questo per colpa della cattiva alimentazione. Si tratta di fauna selvatica, assolutamente in grado di procacciarsi del cibo in piena autonomia. Qualsiasi interferenza da parte dell’uomo può condurre invece a problematiche anche gravi come quella in essere”.

Viene anche consigliato che, se proprio si vuol dare da mangiare ai cigni, sarebbe preferibile dar loro mais cotto, grano oppure insalata. Ad ogni modo è già stato annunciato dalle autorità locali che presto verranno installati dei cartelloni recanti dettagli più approfonditi sul perché non va assolutamente dato del pane a questi animali.