Un liquidatore di Chernobyl, che ha colpito l’Ucraina nel 1986, si è tolto la vita dopo aver visto la serie TV omonima prodotta da HBO.

Gaukhar Zhusupov, figlia 25enne dell’uomo, ha raccontato così la tragedia: “Abbiamo visto tutti la serie di Chernobyl. Papà osservava le scene e ricordava con dolore tutti i momenti che ha dovuto attraversare. C’erano le lacrime nei suoi occhi mentre guardava Chernobyl”.

Nagashibay Zhusupov non ha potuto resistere nel rivivere quegli orrori una seconda volta; quelle scene terribili gli hanno portato alla mente il suo lavoro da liquidatore quando fu chiamato dal governo per mettere in sicurezza il reattore.

L’uomo non ricevette neanche una casa popolare da parte del governo e dovette vivere insieme ai suoi figli in un dormitorio.

Mio padre ha guardato la serie della Hbo con le lacrime agli occhi, perché gli ha riportato alla mente i ricordi dolorosi del suo sacrificio. Il governo ha rifiutato di concederci uno dei suoi alloggi popolari e questo lo ha ferito in maniera irreparabile”, racconta la figlia.

Dopo aver visto la serie, l’uomo è salito al quinto piano di un palazzo e si è buttato giù.