La terribile vicenda è accaduta a Brescia, dove un uomo ha cercato di uccidere la moglie e la figlia. Ha patteggiato e adesso torna a vivere a casa.

Brescia: cercò di uccidere moglie e figlia, adesso patteggia e torna a vivere a casa

Brescia: cercò di uccidere moglie e figlia, adesso patteggia e torna a vivere a casa

La storia ha dell’incredibile, anche perché l’uomo ha confessato di volere uccidere la moglie e la figlia, adesso dopo il patteggiamento torna a vivere nel pian terreno della villetta.

Sono passati solamente 3 mesi da quando l’uomo ha aggredito la moglie e la figlia con il martello.

La vicenda incredibile

L’uomo che ha commesso il gesto, ha confessato di averle aggredite con il martello e che voleva dare fuoco anche alla loro casa dove vivevano tutti insieme.

Il protagonista di questa storia di cronaca ha 59 anni e vive nella provincia di Brescia.

Era stato arrestato per aver tentato l’omicidio delle due donne, ma adesso, ha patteggiato la pena che gli è stata assegnata di 4 anni e 6 mesi.

LEGGI ANCHE —> DILETTA LEOTTA ALLA PARTITA NON INDOSSA INTIMO E SI VEDE TUTTO DAL VESTITO-FOTO

Può tornare, ad abitare al piano terra della villetta, che è stata la scena dell’aggressione, dove vivono ancora le due donne.

Ha chiedere aiuto la notte dell’aggressione alle due donne, madre e figlia, era stato il fratello che abitava con loro nella villa di Coccaglio.

Una volta giunti i Carabinieri sul luogo, avevano trovato varie taniche di benzina nel garage, e l’uomo aveva confessato di voler causare un  incendio.

LEGGI ANCHE —> LE LATITANTI PIU RICERCATE D’EUROPA SONO DONNE ED ALCUNE BELLISSIME

L’uomo protagonista di questo fatto di cronaca ha confessato che aveva problemi economici e quindi ha aggredito le due donne, per poi farla finita anche lui ed usare la benzina.