Non tutti ne sono a conoscenza ma in Italia esiste una norma che impone i seggiolini salva-bebè ma, in mancanza del regolamento attuativo, non può essere operativa.

La tragedia avvenuta a Catania è solo l’ultima delle tante morti purtroppo avvenute per queste “strane dimenticanze” e a tal proposito il Parlamento ha votato un anno fa l’obbligo di usare un sistema di allarme per i piccoli che rischiano di essere dimenticati in auto al caldo. Purtroppo l’iter burocratico prevede anche il parere del Consiglio di Stato e quindi non è ancora concluso.

La norma prevederà degli incentivi per l’acquisto dei sistemi di allarme per “chiunque risieda in Italia e trasporti minori fino a 4 anni“.

L’Asaps ha lanciato una campagna dal nome ‘Bimbi in auto: mai piu’ da soli’ ricordando alcuni consigli “che permettano ai genitori – spiega il presidente Biserni – di evitare il ‘black out mentale’, quel momento di amnesia dissociativa transitoria, sempre più presente in persone stressate dai ritmi casa-lavoro, dai pensieri di una vita logorata da mille criticità che mettono al secondo posto il bambino“.