L’incredibile vicenda è accaduta a Latina dove un imprenditore sparava contro i braccianti per farli lavorare di più, ma dopo la denuncia è stato arrestato.

Imprenditore arrestato sparava su i braccianti

Imprenditore di Latina arrestato sparava contro i suoi lavoratori

L’uomo è un imprenditore agricolo di 35 anni, e l’accaduto che ha quasi del surreale, è successo a Latina, ed è stato arrestato dopo la denuncia di alcuni braccianti.

Secondo le indagini svolte dal Commissariato di Latina, i lavoratori sono stati ripetutamente minacciati ed hanno subito aggressioni da parte dell’imprenditore agricolo.

La vicenda che ha dell incredibile

Dopo un ultimo licenziamento avvenuto, l’imprenditore agricolo si è recato presso il luogo dove alloggiavano i suoi lavoratori e li ha minacciati sparando e puntando loro la pistola alla gola.

La denuncia è stata fatta da un gruppo di 5 lavoratori indiani.

LEGGI ANCHE —> SUPERENALOTTO: IL FORTUNATO VINCITORE NON AVRA’ I 209 MILIONI

Gli agenti del Commissariato di Latina hanno circondato la casa dell’uomo che si è consegnato senza porre alcun tipo di resistenza.

Le accuse mosse all’uomo sono quelle di:

  • sfruttamento del lavoro
  • minaccia aggravata con uso di  arma da fuoco,  utilizzando un fucile a pompa
  • lesioni personali
  • omessa denuncia di materiale esplodente
  • condizioni lavorative degradanti

LEGGI ANCHE —> DONNA MUORE INVESTITA DA UN TRENO LA POLIZIA INDAGA

Il Ministro Bellanova ha commentato la vicenda che ha dell incredibile, che bisogna combattere il caporalato in tutte le sue forme, e che la legge in vigore va solamente applicata per intero.

Ha tenuto a precisare, che degli episodi del genere, non devono mettere in ombra un settore fatto di persone che lavorano correttamente e rispettano i proprio dipendenti.

Bisogna difendere le imprese che lavorano in modo corretto e sano.