Forse non tutti sanno di cosa si tratta la amiloidosi renale, anche se può essere una patologia davvero pericolosa.

L’amiloidosi renaleè una condizione nella quale una proteina anomala chiamata “amiloide” si accumula negli organi e nei tessuti. Può colpire il sistema nervoso, il cuore, il tratto gastrointestinale, il fegato e i reni.

Scopriamo insieme quali sono i sintomi più comuni di questa malattia:

. gonfiore nella parte inferiore del corpo a causa della ritenzione idrica;
. viso gonfio;
. occhi gonfi;
. insolita sensazione di stanchezza;
. difficoltà respiratorie;
. aumento dei livelli di proteine nelle urine (albuminuria).

Esistono inoltre alcuni fattori di rischio che possono aumentare la probabilità di incidenza di questa patologia:

. essere di sesso maschile, circa il 70% delle persone colpite sono uomini;
. avere il mieloma;
. età avanzata;
. essere in dialisi;
. essere di origini afroamericane;
. una storia familiare di amiloidosi.

Questa patologia, purtroppo, è ancora poco conosciuto nell’ambito medico ed è considerata una malattia inguaribile. Però esistono diversi tipi di cure che servono a tamponare e rallentare il suo decorso che, in certi casi, può portare anche alla morte. Ecco i trattamenti più utilizzati in ambito medico:

. chemioterapia;
. steroidi;
. dialisi;
. trapianto di rene.