La natura che fa il suo corso, la natura che sopravvive a se stessa. Sono scene stupende quelle che ci arrivano dallo Swamp Park di Shallotte, in North Carolina. Una tecnica di sopravvivenza geniale, che i coccodrilli attuano da anni per tener testa al freddo glaciale che ghiaccia il lago e li costringerebbe a morire sott’acqua.

Nel video girato da uno dei responsabili del River Swamp Park di Shallotte, piccola cittadina sulla costa ovest degli Stati Uniti, si vede come i 12 alligatori che vivono nel parco riescono a sopravvivere al ghiacciamento del lago di 278 mq che c’è all’interno del parco.

Gli animali rompono il ghiaccio col muso e sbucano con lo stesso dall’interno del lago, per catturare l’aria in superficie. E’ una sorta di “ibernazione”, che viene chiamata “brumazione”. In questo periodo dell’anno, infatti, il metabolismo dei rettili rallenta fino a farli entrare in uno stato letargico, quindi la brumazione in pratica è molto simile ad un letargo, adeguato però alle condizioni climatiche circostanti.

Durante il periodo di letargo, infatti, un alligatore è capace di rimanere sul fondo dell’acqua e trattenere il respiro fino a 24 ore. Poi ha bisogno di ritornare in superficie e riprendere aria. In questo modo viene risolto il problema del prendere aria e si attendono climi più miti per tornare a vivere normalmente. Ecco di seguito il video girato allo Swamp Park: