La tiroide è una ghiandola a forma di farfalla che si trova nel nostro collo e che, seppur spesso ignorata, svolge tante importanti funzioni nell’organismo. Essa, tuttavia, piuttosto frequentemente, soffre di qualche problema, o per un funzionamento eccessivo o carente. I malfunzionamenti della tiroide possono causare tante conseguenze negative per il corpo, come per esempio ingrassare con maggiore facilità. Le donne sono maggiormente soggette ai disturbi della tiroide, anche se, tali disturbi, possono essere prevenuti attraverso l’alimentazione.

In questo articolo vi presentiamo i cibi che dovresti evitare per non incorrere in malattie tiroidee:

GLI ZUCCHERI
Consumare troppi zuccheri spinge il pancreas ad incrementare la resistenza all’insulina, e questo causa danni alla tiroide. Gli zuccheri sono presenti nei dolci, nelle bibite e in tanti altri alimenti.

IL GLUTINE
Il glutine, presente nel grano, non fa male solo a chi soffre di intolleranze o allergie specifiche, ma anche alla tiroide, poiché in esso è contenuta una sostanza chiamata gliadina, che stimola la risposta del sistema immunitario. Tutto ciòpuò causare molte gravi conseguenze, ed è sempre bene limitare il consumo di alimenti contenenti glutine.

I CIBI FRITTI
Il fritto, in generale, è da limitare nella propria alimentazione quotidiana sia perchè apporta molti grassi all’organismo, sia perché può danneggiare la tiroide in quanto può influire sulla sua produzione ormonale.

LA SOIA
La maggior parte della soia che arriva sulle nostre tavole è stata geneticamente modificata e contiene sostanze che possono irritare l’intestino, oltre ad inibire l’assorbimento dello iodio, fondamentale per la buona salute della tiroide.

LE VERDURE CRUCIFERE CRUDE
Le verdure crucifere sono broccoli, cavolfiore, cavoletti di Bruxelles, alimenti pieni di virtù per l’organismo umano, poiché essi hanno infatti anche funzione anticancerogena, però solo se cotte. Consumate crude possono danneggiare la tiroide, in quanto, come la soia, possono inibire l’assorbimento di iodio.

IL CAFFE’
Una tazzina di caffè al giorno non è un problema, ma se ne consumi quantità smodate, e lo fai da quando eri molto giovane, dovresti cominciare a moderarti perché il caffè può danneggiare le ghiandole surrenali, tiroide compresa.