Per gli esperti dell’OMS, in missione a Wuhan, è improbabile, sulla base dei dati raccolti, che il Covid sia fuggito da un laboratorio

Covid, OMS: "Improbabile che sia fuggito da un laboratorio"

L’ipotesi della fuga del coronavirus dal laboratorio è estremamente improbabile“. E’ l’opinione del capo missione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità a Wuhan, Embarek, che pertanto ha raccomandato di non continuare le ricerche in tale direzione. “Tutti i dati raccolti finora ci fanno concludere che l’origine del coronavirus sia animale“, ha precisato, “ma la ricerca è ancora in corso. Un salto diretto dai pipistrelli agli umani non è probabile visto che a Wuhan e dintorni non ce ne sono molti. Sappiamo che il virus sopravvive nei cibi surgelati ma non sappiamo se può trasmettersi all’uomo“. Nel frattempo nuova stretta agli ingressi in Gran Bretagna per cercare di fermare l’arrivo di nuove varianti del Covid. Lo ha confermato alla Camera dei Comuni il Ministro della Sanità Matt Hancock. Da lunedì prossimo obbligo di altri due tamponi (al giorno 2 e al giorno 8 dall’ingresso) oltre a quello alla partenza richiesto a chiunque voglia entrare nel Regno Unito. Hotel-quarantena per i residenti britannici e irlandesi in arrivo da zone rosse negli ultimi 10 giorni. In caso di violazioni multe salate ma anche il carcere fino a 10 anni per i recidivi.

LEGGI ANCHE –> Riaperture piscine e palestre: nuove regole da seguire | I dettagli

OMS: “Improbabile che il Covid sia fuggito da un laboratorio”. Italia, aggiornato il Piano vaccinale

Nell’aggiornamento del Piano vaccinale sono 6 le categorie prioritarie della fase 2 della campagna vaccinale nel nostro Paese. I primi cittadini a essere vaccinati saranno quelli “estremamente vulnerabili” per particolari patologie, indipendentemente dall’età, poi quelli del range anagrafico 75-79 anni. Seguono la fascia 70-74 anni, le persone tra i 16 e i 69 anni con particolare rischio clinico e quelle 55-69 anni senza fattori che aumentano il rischio. A queste 5 categorie, verranno inoculati vaccini a mRna mentre quello dell’AstraZeneca verrà somministrato alle persone tra i 18 e i 54 anni senza rischio aumentato.

LEGGI ANCHE –> Covid, mascherine smart: le strisce adesive rivelano il virus

Nelle ultime 24 ore sono 10.630 i nuovi casi di positività al coronavirus registrati in Italia, in crescita rispetto ai 7.970 del giorno precedente. 274.263 i test (tamponi molecolari e antigenici) processati, +130 mila rispetto al giorno precedente. Il tasso di positività è in calo al 3.9%, -1.6% rispetto a ieri. Le vittime sono 422 contro le 307 di lunedì per un totale di 92.002. Stabili i ricoveri nelle terapie intensive, gli stessi di lunedì, ma 146 nuovi ingressi, 15 ricoveri ordinari in meno. 15.827 nuovi guariti e 5.637 positivi in meno. In Lombardia 1.625 casi, In Campania 1.274 e in Emilia Romagna 977.