Nonostante il buon andamento della campagna vaccinale, il ritorno alla normalità non è così vicino per Crisanti: “Per toglierci la mascherina servirà un paio di anni”
Crisanti: "Servirà un paio di anni prima di toglierci la mascherina"
Andrea Crisanti
In anticipo rispetto alla tabella di marcia, il 15 febbraio, oggi sono in arrivo nel nostro Paese le prime 249.600 dosi del vaccino sviluppato dal colosso farmaceutico AstraZeneca in sinergia con l’Università di Oxford e l’IRBM di Pomezia. Le dosi verranno stoccate nell’hub istituito all’interno dell’aeroporto militare di Pratica di Mare e nei giorni seguenti, salvo imprevisti, saranno distribuite nei centri di somministrazione delle varie Regioni. Di conseguenza, salvo imprevisti, martedì prossimo, 9 febbraio, inizierà con le dosi di AstraZeneca la campagna di immunizzazione degli under 55 visto che lunedì dovrebbe essere completata la relativa distribuzione nei 293 centri di somministrazione. Insomma, dopo la battuta d’arresto determinata dai tagli alle forniture da parte delle aziende produttrici, la campagna vaccinale ripartirà a pieno ritmo e alla massima velocità compatibile con le dosi disponibili: 83 mila inoculazioni al giorno. “Siamo il primo Paese dell’Unione europea per persone vaccinate con prima e seconda dose: al momento quasi 1milione i vaccinati”: così il Commissario per l’emergenza Covid Domenico Arcuri. Di questo passo, ha precisato Arcuri, entro marzo saranno 7 milioni i nostri connazionali immunizzati. Dunque, non è lontano l’obiettivo di vaccinare entro l’estate il 70% della popolazione adulta, il che ci consentirebbe di ritornare alle nostre abitudini pre-epidemia. Tuttavia, una voce fuori dal coro è quella del Prof. Andrea Crisanti.

Covid, Crisanti: “Per toglierci la mascherina servirà un paio di anni. Sarà difficile vaccinare tutti”

Andrea Crisanti, microbiologo dell’Università di Padova, tra i più autorevoli esperti tanto che non si contano le sue ospitate nei salotti dei talk di tutte le emittenti televisive, dunque, nel corso del proprio intervento alla trasmissione “Piazzapulita“, condotta da Corrado Formigli e in onda su La7, ha gettato acqua sul fuoco degli entusiasmi generati dall’andamento della campagna vaccinale.

LEGGI ANCHE –> Covid, Brusaferro, ISS: “Lentissimo decremento”

Per toglierci la mascherina serviranno un paio di anni. Psicologicamente questo sarà l’anno peggiore. Abbiamo la speranza dei vaccini ma è una speranza frustrata perché sarà difficile vaccinare tutti”, ha avvertito il virologo dell’Università di Padova.