Torniamo a parlare della pasta, il cui consumo in Italia è al primo posto tra gli alimenti che mettiamo in tavola giornalmente, e del glifosato, contenuto in alcune marche straniere e italiane.

Nell’ultima ricerca effettuata, sono state mandate in laboratorio 20 marche di spaghetti, per la ricerca di questo potente erbicida altamente cancerogeno, e si è scoperto che in ben 7 prodotti c’era una concentrazione alta di glifosato.

Purtroppo, non è facile capire la provenienza del grano utilizzato per la produzione della pasta, poichè la normativa consente alle aziende, di indicare la provenienza in maniera generica, specificando solo se si tratta di importazione europea o extraeuropea, non riuscendo cosi’ ad individuare con esattezza il paese di provenienza ed eventualmente, bloccare l’importazione del grano ‘incriminato’.

LEGGI ANCHE->Salute e benessere: i cinque cibi che fanno vivere il più a lungo possibile

Di sicuro, il glifosato non proviene solo dall’estero, è stato riscontrato anche in alcune marche di pasta italiana, che viene prodotta con il grano nazionale, anche se occorre specificare, che la percentuale di glifosato riscontrato è al di sotto di quello consentito per legge.

Pasta al glifosato, potente erbicida, presente in alcune marche italiane, di seguito elencate.

Le marche di pasta analizzata, di cui parlavano sopra, e in cui si sono riscontrate tracce abbastanza alte di  questo ormai tristemente famoso erbicida sono: Di Vella, Esselunga, Eurospin,Garofalo, Lidl e la pasta Rummo).

Oltre al glifosato, nella pasta analizzata sono state trovate anche tracce di altri pesticidi, meno pericolosi del glifosato ed in piccole percentuali, quelle consentite dalla legge.

Tra le marche analizzate, quelle più sicure per la nostra salute, risultano essere la De Cecco, la Molisana, Coop e tutte le paste biologiche.

I test effettuati, hanno rilevato anche la presenza di micotossine, in particolare preoccupa la presenza di Deossinivalenolo, pericolosa soprattutto per i bambini.

LEGGI ANCHE–>Salute e benessere: le 5 tisane che depurano il fegato e bruciano i grassi

Questo pesticida, trovato in quantità che non possono nuocere alla salute di un adulto, risultano invece essere nocive per i bambini sotto ai 3 anni, per cui il consiglio è di orientarsi verso la pasta pediatrica o biologica.

Tornado al glifosato,gli studi hanno evidenziato che oltre ad essere altamente cancerogeno, questo pericoloso erbicida, influenzi il nostro sistema endocrino, oltre ad avere un impatto negativo sulla funzione ovarica.

Il consiglio, visto il consumo alto di pasta di noi italiani, è di leggere attentamente l’etichetta della pasta che andiamo ad acquistare.