Tutto quello che c’è da sapere per festeggiare San Valentino in piena epidemia: dal ristorante alle fughe romantiche

Cena al ristorante per San Valentino? Tutto quello che c'è da sapere

Mancano pochi giorni, per la precisione 9, a San Valentino, la festa degli innamorati. La tradizione impone che quest’ultimi celebrino il loro amore nel giorno a loro dedicati con una romantica cena al ristorante al culmine di una fuga d’amore in qualche suggestiva località e davanti a un panorama mozzafiato. Ma quest’anno, in piena epidemia di Covid, sarà ancora possibile farlo? Difficile dal momento che, ai sensi dei vari DPCM, non si può abbandonare la propria Regione se è in zona gialla, addirittura il proprio comune di residenza se si trova in una Regione arancione. L’unica alternativa è la seconda casa, sempre in Regione, oppure anche fuori Regione se si convive stabilmente. Niente da fare, invece, per le cene: i ristoranti dovrebbero rimanere chiusi la sera.

LEGGI ANCHE –> Jeff Bezos guadagnava 3.715 dollari al secondo come CEO di Amazon

Potremo cenare al ristorante a San Valentino? Ecco tutto quello che c’è da sapere. La fantasia è l’unico ingrediente che non può mancare

Dunque, si preannuncia un San Valentino anomalo per le coppie di innamorati che progettavano di festeggiarlo a lume di candela in un raffinato ristorante con tanto di vista mare. Tuttavia, con pizzico di fantasia si può rendere comunque indimenticabile il giorno più romantico dell’anno perché in fondo quello che conta davvero non è la location dove lo si festeggia bensì la compagnia del partner. Di conseguenza al posto della cena si può optare per un pranzo in un posticino caratteristico se le condizioni meteo lo permetteranno. Se, invece, non si riesce a fare a meno del tete a tete di sera fuori casa, allora non resta che prenotare una camera di un hotel della propria Regione o della propria città: gli alberghi dotati di ristorante possono servire la cena in camera.

LEGGI ANCHE –> Belen Rodriguez, svelato anche il nome e il sesso del bebè

Chi sarà “costretto” a festeggiare in casa e magari ha dei bambini, quest’anno potrebbe rivelarsi l’occasione propizia per coinvolgerli nell’organizzazione di una festa oppure, se i figli sono più grandi, nel servizio di una cena particolare per i loro genitori. Del resto, San Valentino dovrebbe essere la celebrazione dell’amore declinato in tutte le sue sfaccettature, non quindi solo quello passionale ma anche quelli paterno, materno, filiale, ecc.