Scattano ben 80 arresti in Cina: scoperta una banda criminale che vendeva fiale con acqua salata spacciandole per vaccino Covid

Vaccino Covid truffa Cina acqua salata
(foto dal web)

Le forze dell’ordine cinesi hanno posto in stato di arresto oltre 80 persone. Per loro il provvedimento è scattato nell’ambito di un’indagine che ha riguardato un presunto giro di vaccini anti Covid contraffatti. A renderlo noto sono stati i canali di informazione ufficiali.

Il Governo della Cina è impegnato nella somministrazione di dosi antecedentemente all’inizio delle festività del Capodanno lunare. Stando all’agenzia di stampa Xinhua, la banda criminale aveva inserito dell’acqua salata nelle fiale e poi le aveva poste in vendita spacciandole come vaccini contro il Covid, a partire dal settembre scorso.

A seguito di alcune operazioni di polizia in varie città delle province di Jiangsu e Shandong, le forze dell’ordine hanno sequestrato “più di 3.000 falsi vaccini Covid 19“, ha riportato Xinhua. Tuttavia non è ancora certa la quantità di dosi di vaccino contraffatto venduti fino a questo momento. Gli inquirenti hanno fatto sapere di aver rintracciato dove erano dirette le dosi.

LEGGI ANCHE —> Roma, tassista impazzito spara colpi di pistola in direzione di un balcone

LEGGI ANCHE —> Matrigna uccide figlia di 14 mesi del compagno: “Era gelosa di lei”

Vaccino Covid, Cina impegnata in una massiccia campagna di vaccinazioni

Vaccino Covid truffa Cina acqua salata
(foto dal web)

Il Paese dell’Asia orientale si sta impegnando nella vaccinazione di un numero pari ad almeno 50 milioni di soggetti prima che cominci il Capodanno lunare. Infatti allora moltissime persone partiranno dalle proprie città per andare a far visita ai propri familiari risiedenti in comuni diversi.

Lo scorso dicembre, le autorità di regolamentazione dello Stato hanno dato il via libera al vaccino di Sinopharm. Quest’ultimo potrà dunque essere utilizzato sulla popolazione, anche se permane un certo scetticismo in varie persone, visti i precedenti casi legati ai vaccini.

Si ricorda quello avvenuto nel 2018, quando il produttore Changsheng Bio-Technology era stato multato di 1,3 miliardi di dollari, a seguito della scoperta da parte delle autorità di vaccini difettosi.