A Catania, ennesima storia di maltrattamenti in famiglia, stavolta finita bene, grazie al tempestivo intervento delle forze dell’ordine, chiamate da un bambino di 10 anni.

I fatti,  si sono svolti nella serata di sabato, intorno a mezzanotte, quando il bambino, con la voce tremante dalla paura, ha chiamato il numero unico per le emergenze, chiedendo aiuto per la madre, la quale, stava subendo l’ennesima aggressione da parte del marito.

Il 38enne, residente a Zafferana Etnea, autore dei maltrattamenti, era già stato denunciato dalla moglie nel 2019, e in quell’occasione, era stato posto ai domiciliari, in una casa diversa da quella in cui viveva con la moglie.

LEGGI ANCHE—>Roberta Siragusa, “corpo devastato, inquirenti sconvolti”: i legali rinunciano alla difesa

Purtroppo, sembra che la misura cautelare, presa in quell’occasione non sia servita, dato che i maltrattamenti nei riguardi della moglie non sono cessati.

Bambino di 10 anni, telefona al 112, e chiede aiuto per la madre, salvandola dall’aggressione del padre.

I carabinieri, una volta giunti sul luogo dell’aggressione, hanno trovato la povera donna, di anni 45, e suo figlio, autore della telefonata, ma non c’era traccia dell’uomo, che nel frattempo era uscito.

La donna, presentava vari segni di violenza, ecchimosi nella regione frontale, zigomo destro dolorante, torace dolente, varie escoriazioni e tumefazioni, per terra, sul pavimento frammenti di vetro.

LEGGI ANCHE—>Firenze, il video del pestaggio di una 13enne da parte di 7 coetanei postato sui social

All’arrivo del 118, la donna non è voluta andare al pronto soccorso, e ha ricevute le cure mediche del caso sul posto.

Interrogando la donna, le forze dell’ordine hanno appreso, che l’uomo era solito ubriacarsi ed alzare le mani sulla moglie, sempre in presenza del bambino, che evidentemente stanco di assistere a queste scene di violenza, in questa ennesima occasione ha trovato il coraggio di chiedere aiuto, salvando la madre.

Insomma, grazie al coraggio di questo ragazzino, si è evitata un’altra storia di femminicidio.

L’uomo, ancora ubriaco, è stato rintracciato dai carabinieri poco distante dall’abitazione ed è stato arrestato.