Una donna ha tenuto il cadavere della madre nascosto in un freezer per 10 anni per paura di essere sfrattata dall’appartamento

Corpo madre freezer sfratto
(Getty Images)

Una donna giapponese ha confessato alla polizia di aver nascosto il cadavere della propria madre in un congelatore nel suo appartamento, situato a Tokyo, per un decennio. Il motivo di questo gesto, ha spiegato, era il timore dello sfratto se la morte fosse stata scoperta.

Yumi Yoshino, 48 anni, quindi è stata arrestata “con l’accusa di aver abbandonato e nascosto il corpo di una donna“, trovato mercoledì all’interno del congelatore in un appartamento di Tokyo. La madre, che all’epoca avrebbe avuto 60 anni circa, aveva firmato il contratto di locazione dell’unità del complesso abitativo comunale.

LEGGI ANCHE —> Foligno, 21enne mangia il sushi e si sente male: è gravissima in rianimazione

LEGGI ANCHE —> Grave incidente a Milano: bimbo di 9 anni trascinato per metri il conducente in fuga

Teneva nascosto il cadavere della madre in casa dentro un freezer

Corpo madre freezer sfratto
(Getty Images)

La macabra scoperta è stata fatta da una donna delle pulizie che ha rinvenuto il corpo in un congelatore, nascosto in un armadio, dopo che Yoshino aveva lasciato l’abitazione. L’autopsia non ha potuto determinare l’ora e la causa della morte della donna, il cui corpo è stato trovato in parte congelato. Il corpo era stato piegato per adattarsi al congelatore e non presentava ferite visibili.

La madre, che si ritiene avesse circa 60 anni al momento della sua morte, aveva in affitto l’appartamento, posto in un complesso residenziale municipale. Yoshino era stata costretta a lasciare l’appartamento a metà gennaio dopo aver mancato il pagamento dell’affitto per un ammontare pari a 1,1 milioni di yen, cioè una cifra intorno ai 10.500 dollari. Non era chiaro dove fosse Yoshino fino a venerdì mattina, quando gli investigatori l’hanno trovata in un hotel nella città di Chiba, vicino a Tokyo.