Madè Neumair, figlia di Peter e Laura, coppia scomparsa a Bolzano, parla dei genitori e del fratello Benno, indagato dell’omicidio dei coniugi

Coppia scomparsa Bolzano sorella Benno
(foto da Facebook)

Madè Neumair, figlia di Peter e Laura, marito e moglie scomparsi lo scorso 4 gennaio, parla del suo dolore, “così atroce che non riesco a realizzare quello che è successo, non vedere più i miei genitori…“. Della scomparsa dei genitori è accusato suo fratello, Benno.

La sua famiglia “non esiste più“, ha affermato, la giovane, che ha dichiarato. “Qualunque sia la verità la voglio sapere. Voglio sapere come sono andate le cose quella sera. Dall’inizio alla fine“.

Sulla scomparsa di Peter e Laura la Procura di Bolzano ha aperto un’inchiesta. Ad essere sospettato di essere l’autore di omicidio è il fratello Benno. Infatti, secondo gli investigatori, l’uomo avrebbe ucciso i suoi genitori per poi trasportare i loro corpi sino a Vadena e infine gettarli nel fiume.

LEGGI ANCHE —> Colori Regioni da lunedì 1 febbraio, 5 arancioni e 16 gialle: cosa cambia

LEGGI ANCHE —> Covid, muore a 9 anni, due settimane prima aveva festeggiato il compleanno

Coppia scomparsa a Bolzano, la sorella di Benno: “Non voglio esprimermi su di lui”

Coppia scomparsa Bolzano sorella Benno
(foto dal web)

Di fronte all’iscrizione del fratello nel registro degli indagati – riporta ‘Leggilo.org‘ – Madè ha detto. “Non sono sorpresa“. Inoltre la sorella, sempre sul fratello, ha aggiunto. “Non voglio esprimermi su Benno“.

Quanto invece al dolore che sta provando per la scomparsa dei genitori, la donna ha spiegato. “Sentivo i miei genitori ogni giorno, condividevo con loro la mia vita a Monaco, le mie esperienze, il lavoro. Ero legatissima a entrambi. Erano una coppia straordinaria, innamorati, felici – ha raccontato –. Eravamo una famiglia unita. Adesso questa famiglia non c’è più“.

A seguito del tragico evento, Madè è tornata a Bolzano e si è messa a disposizione degli investigatori partecipando alle ricerche. Allo stesso modo, la ragazza ha scelto di non condividere l’abitazione con il fratello e ha preferito andare dalla zia Carla, sorella della mamma.