Due settimane dopo il compleanno un bambino di 9 anni, negli Stati Uniti, è morto per complicazioni polmonari legate al Covid

Usa, muore a 9 nove anni per complicazioni legate al CovidUna drammatica storia ci ricorda che il Covid, pur prediligendo gli anziani, non risparmia i giovani e perfino i bambini: è morto a 9 anni, per complicazioni legate al Covid, Jason “J.J” Boatman, tra le vittime più giovani su scala mondiale dello spietato Coronavirus. Il piccolo, a seguito di un aggravamento del quadro clinico,  si è spento, due settimane dopo il suo ultimo compleanno, al Cook Children’s Hospital di Fort Worth, in Texas, Stati Uniti, dove era stato ricoverato in terapia intensiva a causa di complicazioni polmonari che gli impedivano di respirare. Dopo aver manifestato i primi sintomi, Jason è stato messo in isolamento e sottoposto al tampone che ha dato esito positivo.

LEGGI ANCHE –> Brasile, infermiera finge di vaccinare contro il Covid un’anziana

Covid, muore a 9 anni, due settimane prima aveva festeggiato il compleanno. Raccolta fondi per sostenere le spese del funerale

Subito dopo Jason ha incominciato ad accusare difficoltà respiratorie, ragion per cui i genitori lo hanno portato in ospedale ma i medici ne hanno disposto il trasferimento in elicottero in un’altra struttura, meglio attrezzata, data la gravità della situazione. I polmoni del bambino erano pieni di liquido e il suo cervello si era gonfiato a causa della mancanza di ossigeno.

LEGGI ANCHE –> Foligno, 21enne mangia il sushi e si sente male: è in rianimazione

Lo zio, distrutto dal dolore, ha deciso di aiutare la famiglia di Jason avviando una raccolta fondi online per raccogliere i soldi necessari a sostenere le spese del funerale. La scuola elementare frequentata dal bambino è stata chiusa e sarà sottoposta a  sanificazione mentre i bambini che sono entrati in contatto con Jason sono stati isolati e verranno sottoposti a tampone.