E’ di queste ore la notizia, che al premier dimissionario, Giuseppe Conte, è stato recapitato un dossier, secondo quanto riporta la Repubblica, nel quale si evidenzia che i contagi in Italia risulterebbero sottostimati al 50%.

Contagi Covid: quelli dichiarati sono sottostimati al 50% in Italia

Secondo il rapporto, la colpa dei dati sottostimati deriva dal calo dei tamponi di meta Novembre 2020.

Se cosi’ fosse, la curva epidemiologica non starebbe affatto andando verso il basso, come da bollettini ufficiali.

LEGGI ANCHE—>Covid, EMA: via libera al vaccino AstraZeneca

La notizia, ovviamente desta preoccupazione, perchè vorrebbe dire che le misure restrittive adottate, non starebbero in linea con il numero dei contagi, cosa che potrebbe rivelarsi pericolosa per un ulteriore aumento dei numeri.

Dossier dell’intelligence, numeri dei contagi sottostimato, positivi più numerosi dei dati ufficiali.

Secondo il rapporto dell’intelligence, la curva è tornata a salire nel periodo natalizio, dato rilevato dal numero dei ricoverati per covid negli ospedali, poichè è rimasta stabile la cifra dei positivi, intorno alle 2.580 unità.

Il pasticcio dei dati, è da ricercarsi nel numero di tamponi effettuati nella settimana che va dal l’11 al 17 Novembre, il periodo in cui si sono fatti più tamponi, per poi calare in maniera vertiginosa, salvo poi aumentare vertiginosamente nel periodo che va dal 23 al 29 Dicembre per effetto dell’inclusione nei conteggi dei tamponi antigenici rapidi.

LEGGI ANCHE—>Covid: nasce il Consorzio Italiano per bloccare le future pandemie

Ed è proprio in questo periodo, che è avvenuto il disastro dei numeri, poichè all’inizio, ai fini del conteggio, per il ministero della salute, valevano solo quelli molecolari, solo dopo sono stati ammessi anche i tamponi antigenici rapidi, creando cosi’ discordanza tra un computo e l’altro.

Il rapporto, andrebbe rivisto alla luce di questi nuovi dati, per avere una visione chiara di quello che è realmente la situazione dei contagi nel Paese, adottando un criterio di conteggio che tenga conto dei diversi tipi di tamponi effettuati, ed adottare le misure di restrizioni più efficaci a seconda dell curva epidemiologica.

Contagi Covid: quelli dichiarati sono sottostimati al 50% in Italia

Secondo  quanto riportato in questo dossier, sembrerebbe quindi, che i contagi non starebbero diminuendo, cosi’ come riportato dai dati ufficiali, rendendo inattendibili i bollettini settimanali.