Oltre agli ormai “classici” sintomi come tosse, febbre e polmonite, occhio anche questi 6 possibili sintomi Covid visibili sulla pelle

Sintomi Covid segnali pelle
(foto dal web)

Non è di certo un mistero che il Covid abbia tra i suoi principali sintomi la tosse, la febbre, la bronchite o la polmonite, ma ce ne sono anche altri meno noti. Secondo una ricerca italiana, guidata con l’ausilio della Società italiana di dermatologia medica, chirurgica, estetica e delle malattie sessualmente trasmesse (Sidemast) e resa nota dal ‘Journal of the American Academy of Dermatology‘, ce ne ulteriori 6 che possono manifestarsi in varie fasi della patologia.

Angelo Valerio Marzano, ordinario di Dermatologia e direttore della Scuola di specializzazione in Dermatologia e Venereologia dell’Università degli Studi di Milano, Associate Editor dell’Italian Journal of Dermatology and Venereology‘, ha coordinato la ricerca. All’interno di un comunicato si rende noto che Marzano è stata anche la prima persona a essere ricoverata per Coronavirus il 22 febbraio 2020 a Milano, successivamente al paziente 1 di Codogno.

LEGGI ANCHE —> Covid: arriva lo spray nasale che ci proteggerà dal virus

LEGGI ANCHE —> Covid-19: Variante Sudafricana pericolosa, “Resistente agli anticorpi”

Sintomi Covid, la ricerca italiana evidenzia 6 segni della malattia

Sintomi Covid segnali pelle
(foto dal web)

Ketty Peris, presidente Sidemast e direttrice dell’Uoc di Dermatologia del Policlinico Gemelli di Roma, ha dichiarato. “Fin dall’inizio della pandemia, Sidemast si è attivata portando avanti diversi studi scientifici focalizzati su malattie cutanee e infezione Sars-CoV-2 e svolgendo numerose attività di supporto per i pazienti affetti da malattie della pelle. Lo studio coordinato dal professor Marzano è particolarmente interessante perché conferma che la cute può essere spia di una infezione da Sars-CoV-2. Per questo motivo, è fondamentale controllare ancora di più la nostra pelle, perché potrebbe metterci in guardia e avvisarci preventivamente su quello che accade nel nostro organismo, dandoci la possibilità di muoverci in anticipo e aiutarci a fare una diagnosi precoce della malattia e anche evitare possibili ulteriori contagi“.

Sono 6 i fenotipi cutanei correlabili al Covid. Si tratta di un quadro clinico simile all’orticaria; un’eruzione morbilliforme agli arti e al tronco; una reazione cutanea tipo varicella; la presenza di lesioni tipo geloni, livedo reticularis, simile a ecchimosi da traumavasculite, con un colorito rosso vinoso e possibile formazione di ulcere sugli arti inferiori. La ricerca è stata condotta lo scorso marzo su 200 pazienti in tutta Italia ed è la terza per numero di pazienti osservati in tutto il mondo. Lo scopo era la correlazione statistica di sei quadri cutanei specifici con la gravità della patologia Covid e i sintomi di questa malattia. Con l’ausilio della SIDeMaST, vi è stato il contributo di 21 Centri di Dermatologia italiani nella raccolta dei dati clinici dei pazienti che hanno avuto manifestazioni cutanee legate al Covid.