Sul web, e non solo, già da un pò, si parla della messa in commercio di uno spray nasale, il cui utilizzo, sarebbe quello di creare una barriera protettiva da un’eventuale contagio dal covid.

Occorre precisare che lo spray,  non sostituisce, ma va ad affiancare l’uso della mascherina e del distanziamento, quali armi anticontagio adottate fino ad ora.

Lo spray, lo si spruzza all’interno delle narici, il cui prodotto formerà una barriera al virus, il quale come precisato dagli scienziati per il 95% dei casi penetra attraverso il naso.

Covid: arriva lo spray nasale che ci proteggerà dal coronavirus

Il prodotto, è stato messo a punto dall’università di Birmingham, e nei prossimi giorni si aspetta l’approvazione dalle singole agenzie di ogni paese.

LEGGI ANCHE…>Covid-19: Variante Sudafricana pericolosa, “Resistente agli anticorpi”

L’efficacia dello spray durerebbe 48 ore, e potrebbe essere utile soprattutto nei casi in cui ci sia un affollamento di gente, come sui mezzi pubblici, o al centro commerciale, dando cosi’ a chi lo usa una maggiore sicurezza, essendo una protezione aggiuntiva.

All’interno dello spray trovano spazio due semplici polimeri, già sperimentati negli alimenti oltre che nei farmaci.

I due elementi, che dovrebbero fermare il virus, si chiamano carragenina e gellano, e formano una patina che riesce ad inglobare le particelle, per poi eliminarle soffiandosi il naso.

Attualmente, è ancora in fase sperimentale, ma si spera possa essere messo in commercio entro l’estate.

LEGGI ANCHE…>Covid, focolaio dopo festa privata tra adolescenti: 35 positivi

Sicuramente, si tratta di una bella scoperta, intanto perchè sarà facilmente reperibile in farmacia, e poi perchè lo si può portare dietro ed usarlo in ogni contesto, essendo di facile applicazione.

Covid: arriva lo spray nasale che ci proteggerà dal coronavirus

Sicuramente, visto il rallentamento della campagna di vaccinazione di questi giorni, a causa della riduzione del numero delle fiale, consegnate dall’azienda produttrice pfizer, avere un’arma in più contro il covid è una notizia che, anche se limitatamente, fa ben sperare la popolazione mondiale.