Grosse novità, emerse nel corso della videoconferenza, tenuta dai leader europei, per ciò che riguarda i viaggi all’interno dei confini dei paesi membri.

In arrivo una nuova zona quella rosso scuro: tutte le informazioni in merito

Da quanto emerso dalla riunione, ci saranno ulteriori restrizioni per la circolazione in Europa, specialmente nelle aree più colpite dal covid.

La presidente della commissione europea Ursula von der Leyen, ha dichiarato in una conferenza stampa, al termine del summit che bisognerà adottare misure mirate, da preferire alla pura e semplice chiusura delle frontiere che metterebbe a repentaglio la già provata economia ,senza fermare peraltro il virus.

In arrivo una nuova zona quella rosso scuro: tutte le informazioni in merito

Dello stesso parere anche il Presidente del Consiglio, Charles Michel, il quale ha dichiarato:”Noi cerchiamo di trarre insegnamenti da quello che è accaduto, e sappiamo che sarà probabilmente necessario adottare ulteriori misure restrittive per limitare i viaggi non essenziali”.

LEGGI ANCHE —> Covid, lo fermano a 150 km da casa: “Me lo ha detto il medico”

Insomma, ulteriore giro di vite per i spostamenti in Europa, e nelle prossime settimane secondo sempre quanto dichiarato dal Presidente della Commissione, “cercheremo di coordinarci con il buon senso, usando ad esempio il colore della zona, riferito al rischio più o meno alto di contagio”.

In pratica alle persone che viaggiano da una zona rosso scuro(di nuova istituzione) può essere richiesto di fare il test prima della partenza, e di osservare al ritorno un periodo di quarantena.

E comunque, devono essere scoraggiati tutti i viaggi ritenuti non essenziali, soprattutto se varcano i confini nazionali.

LEGGI ANCHE —-> Dpcm, le Faq del Governo su seconde case, rincongiungimento e asporto

Queste restrizioni non riguardano al momento, lavoratori e beni, che possono continuare a viaggiare attraverso i confini per mantenere il mercato unico in funzione.

Quindi la novità assoluta, è la creazione di queste zone rosso scuro, che vanno ad affiancarsi alle zone verdi, gialle e rosse classificate cosi’ fino ad ora dall’Ecdc, Centro Europeo per la gestione delle malattie.

Altro tema scottante della videoconferenza, è stata l’incertezza della campagna vaccinale,  a causa dei ritardi nella consegna dei vaccini Pfizer tema questo, che ha visto infuriati i partecipanti al summit, i quali chiedono a gran voce che gli impegni assunti dalle aziende vengano rispettati.

In arrivo una nuova zona quella rosso scuro: tutte le informazioni in merito

Tutti d’accordo invece sull’uso e il reciproco riconoscimento dei test rapidi, i quali favoriranno gli spostamenti e potenzieranno il tracciamento dei casi.