Il Governo ha reso note le Faq relative al nuovo Dpcm: vediamo cosa dice in materia di seconde case, ricongiungimento con i partner e asporto

Dpcm Faq Governo seconde case rincongiungimento asporto
(foto dal web)

Una settimana dopo la firma del nuovo Dpcm, il Governo ha reso note le Faq relative ai nuovi provvedimenti. Sono stati spiegati così alcuni punti che potevano risultare poco chiari, come la possibilità effettuare spostamenti verso le seconde case e non solo. Infatti si parla dei ricongiungimenti tra partner residenti in Regioni diverse per lavoro. Si chiarisce riguardo gli orari per le attività di ristorazione, diversi in base al codice ateco, per consentire le restrizioni sulla movida.

Nelle zone gialle resta la chiusura di palestre e piscine. Tuttavia è possibile recarsi in circoli sportivi per compiere attività motoria all’aria aperta. Cambiamenti anche per le riunioni di condominio, che possono tenersi in presenza, anche se questa modalità resta decisamente sconsigliata.

Per quanto riguarda le seconde case, viene meno il divieto di spostamento, introdotto tra le restrizioni per le feste natalizie, anche se presenti in Regioni e con colori diversi. Tuttavia ciò è valido soltanto se si dimostra di essere proprietari di quell’abitazione ovvero di possederla in affitto precedentemente al 14 gennaio. Naturalmente nella casa in cui si è diretti non devono essere presenti soggetti non appartenenti al nucleo familiare convivente.

LEGGI ANCHE —> Nuova bozza 2021/23: «Mascherine e distanziamento anche per l’influenza»

LEGGI ANCHE —> Colpo alla ‘ndrangheta: arresti in tutta Italia. Indagato il segretario dell’Udc Cesa

Dpcm, le Faq su ricongiungimento tra partner e asporto

Dpcm Faq Governo seconde case rincongiungimento asporto
(foto dal web)

Per quel che concerne i partner che risiedono in comuni differenti, questi possono ricongiungersi soltanto nel caso in cui “il luogo coincide con la residenza, il domicilio o l’abitazione“. E, qualora la coppia viva in Regioni differenti, lavorino e siano anche residenti in posti diversi, uno dei due può incontrare l’altro soltanto nella casa utilizzata abitualmente dai partner.

Poi sono state introdotte restrizioni nei confronti della movida. Per essere più precisi, si prova scongiurare gli assembramenti di fronte alle attività chiuse, dalle ore 18 alle 22, che erano però autorizzati alla vendita di cibo e bevande da asporto. È stato imposto il divieto ai bar non muniti di cucina o al commercio al dettaglio di bevande (codici ATECO 56.3 e 47.25). I ristoranti invece possono proseguire con la vendita di alimenti da asporto. Infine per le consegne a domicilio, queste possono essere eseguite da ogni servizio di ristorazione.