Vediamo come scoprire se siamo stati già infettati dal Covid osservando alcuni sintomi sospetti correlati al Coronavirus

Covid come scoprire sintomi indicativi
(foto dal web)

Per prima cosa premettiamo che, nel caso sospettiate di aver avuto il Covid, la certezza la si può avere tramite il test sierologico, che accerta esistenza degli anticorpi contro il Coronavirus. Ciò avviene attraverso l’analisi del sangue. Il controllo può essere rapido ovvero quantitativo.

Tuttavia possono esserci dei sintomi che possono indicare di essere già stati contagiati dal virus. Uno di questi segni sono le eruzioni cutanee. Queste manifestazioni sono presenti nel 5-10% delle persone infettate dal Covid. Tali manifestazioni possono anche i geloni, ovvero eritema pernio, lesioni tissutali in assenza di congelamento che rendono le dita delle mani o dei piedi scolorite o quasi bluastre nonché, in alcuni casi, dolorose o pruriginose.

LEGGI ANCHE —> Vaccino Covid, chi ha avuto il virus deve vaccinarsi? La risposta

LEGGI ANCHE —> Covid, vaccino Moderna: ecco tutti gli effetti collaterali

Covid, altri sintomi indicativi per capire si ha già avuto il Coronavirus

Covid come scoprire sintomi indicativi
(foto dal web)

Come riportato dal Covid Symptom Study App, ricerca da parte di un gruppo di medici del King’s College di Londra, il contagio può causare “cambiamenti della lingua, tra cui dolore, scolorimento, gonfiore o una strana consistenza“. Lo ha dichiarato all’interno di un messaggio su Twitter il professor Tim Spector, epidemiologo e coautore dello studio, che ha verificato “un crescente numero persone presenta ‘lingua Covid‘ e strane ulcere alla bocca“.

Attenzione anche all’affaticamento persistente nel tempo. Questo è uno dei segni più comuni nelle persone guarite dal contagio. Una ricerca guidata da un gruppo di esperti del Saint James Hospital di Dublino ha scoperto che il 52% dei pazienti aveva sintomi da affaticamento sei settimane dopo essere guariti.

La congiuntivite e le infezioni oculari sono segni non molto comuni. Infatti riguardano il 3% circa dei soggetti che sono state infettate dal Covid. Ai microfoni della CNN, Chelsey Earnest, infermiera del Life Care Center di Washington, ha spiegato che le infiammazioni oculari sono “un sintomo importante” nelle infezioni da Coronavirus. Infatti la stessa ha affermato. “I pazienti mostrano occhi tipo allergici, con la parte bianca che non è rossa. È più come se avessero un ombretto rosso all’esterno degli occhi“.

Anche la perdita del gusto e dell’olfatto, cioè la disgeusia e l’anosmia per vari giorni o settimane, sono tra i possibili sintomi legati al contagio da Covid. Stando a una ricerca resa nota sul Journal of Medical Virology, il Coronavirus potrebbe colpire i sensi passando dal sistema nervoso centrale.