Una coppia in Canada è stata multata per aver infranto le regole del coprifuoco anti Covid dopo che la donna è stata sorpresa a “portare a spasso” il marito al guinzaglio

Canada donna porta marito guinzaglio
(foto dal web)

Secondo quanto riportato dalla BBC, una donna è stata fermata dalla polizia mentre era appena uscita a “portare a spasso il suo marito” al guinzaglio vicino alla loro casa nella città di Sherbrooke, nella provincia del Quebec, in Canada.

Sabato scorso la provincia aveva imposto il coprifuoco notturno dalle 20:00 alle 05:00. Portare a spasso un cane vicino a casa è una delle uniche ragioni accettabili per stare uscire fuori in quelle ore. Ebbene i due sono stati individuati dalla polizia intorno alle 21:00 di sabato, poco dopo l’entrata in vigore delle nuove regole.

LEGGI ANCHE —> Covid, com’è la quarantena in Cina | La testimonianza di un italiano

LEGGI ANCHE —> Nuovo Dpcm, nuove misure in arrivo: le principali ipotesi sul tavolo

Canada, multa per una coppia: la donna “portava a spasso” il marito al guinzaglio

Canada donna porta marito guinzaglio
(foto dal web)

La coppia avrebbe detto alla polizia che stavano seguendo la regola per gli animali domestici. Isabelle Gendron, del dipartimento di polizia di Sherbrooke, ha detto al quotidiano locale La Tribune che la coppia “non ha collaborato affatto con la polizia“. Ciascuno di loro è stato multato di 1.546 dollari canadesi. La polizia di tutto il Quebec ha emesso 750 multe per violazioni durante il primo fine settimana del coprifuoco.

Il Canada ha registrato un recente aumento dei casi da Covid, quasi 670.000 casi totali dall’inizio della pandemia. Lunedì il premier del Quebec, François Legault, ha invitato i residenti a rispettare le regole di distanziamento sociale, dichiarando. “So che è difficile, ma i cittadini del Quebec sono in grado di lavorare come una squadra quando è necessario“. Lo stesso affermato che la situazione nella città più grande della provincia, Montreal, era “davvero critica” e ha detto che gli ospedali si stavano avvicinando al punto in cui non sarebbero stati in grado di curare tutti i pazienti.