Can Yaman a Roma per girare lo spot della pasta De Cecco con la regia di Ferzan Özpetec ma a causa delle fan ha preso una multa

can yaamn

Quello che è accaduto oggi a Roma è davvero incredibile. Can Yaman è arrivato in Italia per girare lo spot della De Cecco insieme a Claudia Gerini ma ciò che è successo è stato davvero clamoroso. Le fans si sono assembrate ovunque, sia per le strade che sotto il suo albergo per un saluto e un autografo, tanto da far intervenire la Polizia sul posto.

La Polizia interviene per fermare le fans di Can Yaman

Il vero problema principale di oggi è che siamo in piena pandemia da Covid ma molte persone per salutare il proprio idolo lo hanno dimenticato. Un assembramento quello che si è formato sotto l’albergo di Can Yaman che ha subito fatto scattare l’allarme.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Can Yaman (@canyaman)


Yaman, indossando una mascherina ha cercato di realizzare il sogno delle sue seguaci, accalcatesi per un autografo, ma è stato necessario l’intervento degli agenti. La situazione, ovviamente, ha fatto molto discutere e indignare la rete. A lasciare senza parole anche i video del regista Ferzan Ozpetec che, orgoglioso, ha anche postato il tutto attraverso il proprio profilo Instagram.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Ferzan Ozpetek (@ferzanozpetek)

L’attore turco multato dalla Polizia

La Polizia che si è presentata sul posto, cercando di far andare via le fans ma anche di mantenere sotto controllo la situazione. Gli inquirenti, inoltre, hanno acquisito tutte le immagini e non hanno gradito affatto quanto accaduto a Roma. Can Yaman è finito davvero nell’occhio del ciclone e come svela Roma Today ora ci sarà un’indagine già in corso.

Intanto, l’Ansa con un comunicato ufficiale pochi istanti fa, ha fatto sapere che l’attore turco è stato multato di ben 400 euro per aver trasgredito le regole anticovid. La sanzione è scattata per l’assembramento davanti all’albergo romano dove si sono radunati decine di fan. Una brutta figura, non solo per la città capitolina ma anche per lo stesso protagonista di DayDreamer che mai si sarebbe aspettato di ritrovarsi in una situazione del genere.