Milan-Juventus è il big match della 16esima giornata di Serie A: dove vederlo, in tv e in streaming, e le probabili formazioni. Tuttavia dopo le positività al Covid dei bianconeri Alex Sandro e Cuadrado sulla sfida di San Siro pende la spada di Damocle dello stop, da parte dell’Asl torinese di competenza, alla trasferta bianconera a Milano

Serie A, Milan-Juventus: Sky o Dazn?
Il fuoriclasse bianconero Cristiano Ronaldo

Se in Premier League è tradizione giocare durante il Boxing Day, il corrispettivo del giorno di Santo Stefano, letteralmente il giorno delle aperture delle scatole, ovvero il giorno in cui i domestici in servizio presso le abitazioni aristocratiche erano soliti aprire i regali ricevuti dai loro datori di lavoro, nel nostro Paese da qualche anno una giornata del campionato di Serie A coincide con il giorno dell’Epifania: e quest’anno nella calza della Befana gli sportivi italiani hanno trovato il big match Milan-Juventus, una grande classica del calcio italiano. Inoltre, dopo quasi un decennio, quello tra il Diavolo rossonero e le zebre bianconere è uno scontro d’alta classifica e per di più a ruoli invertiti, con il Milan meritatamente in testa alla classifica e la Juventus sorprendentemente ad inseguire, distanziata di ben 10 lunghezze dal vertice. I bianconeri hanno inaugurato il 2021 con la convincente vittoria contro l’Udinese di domenica scorsa mettendo in mostra un Cristiano Ronaldo, autore di una doppietta, tornato ai suoi livelli ma devono fare i conti con le positività al Covid di Alex Sandro e Cuadrado che mettono a rischio la disputa del match. Infatti, secondo l’Asl di competenza di Torino, al momento non sussistono elementi per ritenere che vi sia in atto un focolaio ma nel caso di ulteriori positività, potrebbe essere imposto ai bianconeri il divieto di trasferta a Milano. Grande ex del match è l’allenatore bianconero Andrea Pirlo, 10 anni e tanti trofei con la maglia rossonera, che nella conferenza stampa della vigilia ha così inquadrato la sfida di San Siro: “Una partita importante ma non decisiva per il prosieguo del campionato. E’ sempre stata una partita affascinante da giocare, lo era da calciatore e lo sarà anche da allenatore. Abbiamo iniziato il 2021 con una vittoria, con un atteggiamento positivo. Abbiamo in testa partita dopo partita per migliorare classifica e prestazioni ma la classifica la valuteremo in base a noi stessi fra un paio di mesi”. Poi si abbandona alla nostalgia: “Una partita speciale per me: nel Milan ho giocato 10 anni, ho vinto un sacco di trofei, è la prima volta che lo affronto da allenatore e ho ricordi bellissimi“. Sulla stessa lunghezza d’onda il suo omologo rossonero Stefano Pioli: “La Juve è molto forte ed è in crescita dopo che senza dubbio ha perso qualcosina per il nuovo percorso. Ha grandi giocatori ed è ben messa in campo. Non si deve farla palleggiare facilmente perché poi è difficile da prendere, dovremo affrontare la sfida molto bene anche dal punto di vista tattico. Noi siamo pronti e forti“.

LEGGI ANCHE –> Covid, Usa: niente ospedale per gli infettati con basse chance di sopravvivenza

Serie A, Milan-Juventus: dove vederla, in tv e in streaming, e le probabili formazioni

Il match Milan-Juventus, in programma stasera alle ore 20.45, allo Stadio “Giuseppe Meazza” di San Siro, sarà visibile in diretta e in esclusiva su Sky sui canali Sky Sport Uno, Sky Sport Serie A e sul numero 251 del satellite. Gli abbonati al network satellitare potranno, inoltre, seguire la partita anche in diretta streaming mediante Sky Go  sia su dispositivi mobili come tablet e smartphone, scaricando l’apposita app, sia sul proprio pc o notebook collegandosi al sito ufficiale della piattaforma.

LEGGI ANCHE –> Speranza: “Incoraggianti i primi risultati del vaccino italiano ReiThera

In alternativa, è possibile seguire il match su Now Tv, il servizio di streaming live e on demand di Sky che consente di vedere il meglio della programmazione sportiva della tv satellitare acquistando uno dei pacchetti proposti. Di seguito le probabili formazioni:

MILAN (4-2-3-1): G. Donnarumma; Calabria, Kjaer, Romagnoli, Hernandez; Krunic, Kessié; Castillejo, Calhanoglu, Rebic; Leao.

JUVENTUS (4-4-2): Szczesny; Demiral, Bonucci, De Ligt, Danilo; Chiesa, McKennie, Bentancur, Ramsey; Dybala, Cristiano Ronaldo.