Se non ne saranno approvati altri, la BioNTech non sarà in grado di far fronte al fabbisogno di vaccino anti-Covid

Covid, allarme della BioNTech: "Servono altri vaccini, non ce la facciamo da soli"

La BioNTech, che ha sviluppato in partnership con la Pfizer l’unico vaccino al momento approvato dall’Ema, l’Agenzia europea del farmaco, ha lanciato l’allarme sul fatto che se non saranno subito approvati in Europa altri vaccini, la sua azienda non sarà in grado da sola di soddisfare la crescente domanda di vaccino anti-Covid. “La situazione non è buona- ha precisato il Presidente e fondatore della BioNtech, Sahinsi è creato un gap perché non sono stati approvati altri vaccini e noi dobbiamo coprire il buco con i nostri”. Ragion per cui il Ministro della Salute tedesco Jens Spahn ha sollecitato l’Ema ad approvare rapidamente il vaccino Oxford-Astrazeneca, tuttavia i relativi tempi di approvazione rimangono incerti.

LEGGI ANCHE –> Covid, la variante inglese fa aumentare l’indice Rt

Covid, allarme della BioNTech: “Servono altri vaccini”. Italia, 45.667 le persone vaccinate

Sono 45.667 le persone vaccinate contro il coronavirus nel nostro Paese secondo gli ultimi dati disponibili nel sito istituzionale del Commissario straordinario per l’Emergenza Domenico Arcuri. Nel dettaglio, in testa la Provincia Autonoma di Trento (somministrate 1.730 dosi, il 34,8% di quelle disponibili) seguita dal Lazio (9.301,il 20,3%) e dal Friuli Venezia Giulia (1.948 vaccinazioni, il 16,3%). La fascia di età più vaccinata è quella tra i 50 e i 59 anni (13.086), poi quelle 40-49 (10.475) e 30-39 (7.972). La fase 1 della vaccinazione interessa operatori sanitari e sociosanitari e ospiti delle Rsa.

LEGGI ANCHE –> Vaccino Covid, perché ci è voluto poco tempo per produrlo? I dettagli

Mentre sono 22.211 i nuovi casi di Coronavirus in Italia nelle ultime 24 ore, in leggero calo rispetto ai 23.477 del giorno precedente. 157.524 i tamponi processati, quasi 30 mila in meno rispetto al precedente monitoraggio. Il tasso di positività continua a salire: 14.1% rispetto al 12.6% di giovedì. Scende anche il numero delle vittime: 462 contro le 555 dell’altro ieri, in tutto 74.621. Per il secondo giorno consecutivo salgono gli attualmente positivi, 4.871 in più, 574.767 in totale. In calo i ricoveri ordinari (-329) e quelli nelle terapie intensive (-2): 145 i nuovi ingressi.